Borsa all’Italia non serve un piano di salvataggio

5 agosto 2011 12:440 commentiDi:

“Le tensioni di questi giorni sui mercati italiani e spagnoli non sono giustificate sulla base dei fondamentali economici”. A dirlo il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, durante una conferenza stampa a Bruxelles, che definisce “incomprensibili” i cambiamenti sui mercati, sottolineando come “i fondamentali dell’economia spagnola o di quella italiana non sono cambiati in una notte”. 

“Entrambi i Paesi si sono impegnati a misure ambiziose per raggiungere il consolidamento di bilancio e per rimettere sul percorso giusto le loro economie”. Ha dichiarato Rehn

Intanto i mercati azionari, che questa mattina hanno fatto prevedere un venerdì nero, hanno ridotto le perdite.

Dopo un’ora di contrattazioni gli indici sono migliorati, in alcuni casi riassorbendo le perdite e diventando positive come Madrid (+1,2%) e Milano (+0,8%), in parallelo con il rientro dello spread Btp/Bund sotto i 400 punti. 


A differenza degli altri mercati europei che procedono negativi, Piazza Affari punta al rialzo incurante delle previsioni negative per l’apertura di Wall Street, gli indici italiani galoppano, sostenuti dal comparto bancario e dalla corsa di Fiat che, dopo l’avvio in calo sta guadagnando il 9,67%. 

Tra le banche, corrono Intesa Sanpaolo (+7,89%) e Unicredit (+8,65%) insieme al resto del comparto (Banco Popolare +6,99%, Mps +4,38%). Accelera anche Generali (+2,42%) subito dopo la diffusione dei conti semestrali, così come Telecom che arriva a guadagnare il 9,6%. 

Sempre negativi, invece, gli energetici Eni (-2,02%, Enel (-0,21%), Tod’s (-1,34%), Diasorin (-4,1%) e Lottomatica. 

Parigi, che all’avvio perdeva il 6%, ora è a -1,16%,  Londra a -2,43% e Francoforte cede il 2,43%. 

Articolo correlato: Mercati azionari nella bufera oggi 5 agosto 11

Ultimo aggiornamento 05 agosto 2011 ore 14,45






Tags:

Lascia una risposta