Calo fiducia consumatori

25 marzo 2013 12:150 commenti

La fiducia dei consumatori è nuovamente in calo, stando ai dati di marzo. A un mese dalle ultime elezioni, l’Istat contempla l’indice intorno agli 85,2 punti. Un -0,8, dunque, rispetto all’indice calcolato a febbraio.

Il calo riguarda sia la componente economica, con una diminuzione da 72,7 a 68,8), sia la componente personale, con una diminuzione da 91,7 a 91,4.

Sale in maniera lieve l’indicatore che calcola la componente futura, mentre diminuisce ai minimi quello riguardante la situazione presente.

Tutto ruota naturalmente intorno all’asse del nuovo esecutivo. Le attese e i giudizi sono fondamentali per gli indicatori Istat. Per il momento la situazione economica del Paese non fa ben sperare.

Lo stesso dicasi per le attese sulla disoccupazione, nonché per le valutazioni riguardanti la situazione economica familiare.

Peggiorano anche le valutazioni circa le opportunità attuali di risparmio.

La fiducia dei consumatori, dunque, è in calo eccetto rari casi. Si moltiplicano i giudizi riguardanti la recente evoluzione dei prezzi, ma anche essi sono in forte diminuzione.

La fiducia è leggermente superiore al Centro Italia, mentre è diminuita in tutto il resto del Paese.

 

Tags:

Lascia una risposta