Cambio orario banche

16 gennaio 2013 11:030 commenti

Cambiano gli orari delle banche. Crolla un tabù. Non più chiuse alle 15.35 e durante il fine settimana.

Saranno aperte dalle 8.05 alle 20 da lunedì al venerdì e dalle 9 alle 13 al sabato.

Colpa della crisi? Pare di si. I profitti del settore sono ai minimi storici. In più c’è da risolvere il problema degli esuberi potenziali provocati dall’evoluzione tecnologica, la quale ha levato il posto a decine di migliaia di cassieri e dipendenti.

E’ tempo di trovare soluzioni, istituendo nuove misure contro la crisi, al passo coi tempi e a favore della clientela.

INTESA SAN PAOLO

La prima banca a modificare gli orari per tutte le sue filiali è Intesa San Paolo. Già da questa mattina cento sportelli pilota saranno aperti fino alle 20 di stasera.

► Diminuzione inflazione 2013

Le banche del gruppo saranno aperte anche il sabato mattina, dalle 9 alle 13, senza però fare attività di cassa.

Occorre procedere di pari passo con i cambiamenti degli stili di vita, che impongono nuove esigenze. Più flessibilità, meno rigore e più vicinanza con il proprio pacchetto clientelare.

EVOLUZIONE

► Per l’Abi ancora recessione e calo dei consumi

Per sopperire alla crisi, aumentando gli introiti e scacciando quanto più possibile il fantasma della disoccupazione, le banche devono e vogliono modificare l’organizzazione lavorativa, sviluppando inedite figure professionali e innovandosi poco per volta.

L’occupazione, questo è certo, va sostenuta.

L’OK DAI SINDACATI

Lo scorso ottobre i sindacati hanno firmato l’accordo che ha permesso questo cambiamento a dir poco epocale. Non è il primo tentativo della storia per modificare orari, abitudini e stile lavorativo. Col tempo, i vari gruppi bancari aderiranno.

Tags:

Lascia una risposta