Camera – Il taglio degli stipendi dei dipendenti è ora ufficiale

30 settembre 2014 15:310 commentiDi:

camera_deputati

Era stato annunciato nei mesi scorsi ma ora è diventato ufficiale. I dipendenti pubblici di Montecitorio, della Camera, vedranno ridursi i loro stipendi, con buona pace soprattutto di coloro che fino ad oggi hanno potuto godere di retribuzioni molto alte. Questi ultimi infatti vedranno i loro stipendi mensili adeguarsi alle nuove regole imposte dal risparmio statale. Il tetto massimo per le retribuzioni dei dipendenti della Camera è stato fissato a 240 mila euro l’anno. 

Pubblica Amministrazione – Verso un nuovo blocco degli stipendi dei dipendenti?

Oltre al tetto massimo così definito ci saranno anche dei sottotetti retributivi per le altre categorie di personale. Il voto, espresso proprio oggi dalla presidenza della aula di Montecitorio, è stato approvato con 13 voti a favore, 5 astenuti e 2 non partecipanti alla votazione. L’entrata in vigore definitiva del provvedimento, tuttavia, di cui si parla oramai da mesi, non lascia proprio tutti contenti dietro di sé.

Lo stipendio medio dei lavoratori italiani nel 2014

I primi a dare battaglia sul tema sono stati i sindacati dei lavoratori di Montecitorio, i quali, anche oggi sono stati ricevuti e hanno espresso il loro disappunto. Secondo questi ultimi, infatti, la questione dovrebbe riguardare anche i dipendenti del Senato e non solo quelli della Camera. In particolare hanno contestato la negazione di un trattamento simile a quello che ora spetta ai dipendenti del Quirinale e il fatto di non essere stati ascoltati nello loro controproposte.

I sindacati dei lavoratori sarebbero infatti disposti a ridiscutere una soluzione che preveda un tetto massimo fissato a 240 mila euro e dei contributi straordinari. E per questo motivo hanno chiesto un ripensamento sul provvedimento già preso, che ora colpisce in effetti circa il 40 per cento dei dipendenti, che hanno maturato una retribuzione superiore ai nuovi tetti.

Tags:

Lascia una risposta