Canone Rai 2016: pagamento in 10 rate, ultime notizie sulla guerra degli emendamenti

Continua la guerra degli emendamenti sul canone Rai in bolletta. Quando tutto sembrava lasciar intendere che per l’anno 2016, il primo per il quale il canone è dovuto in bolletta, si sarebbe andati verso una rateizzazione in due distinti momenti, ecco che è arrivata l’ennesima novità. Un emendamento che sarà discusso dal Parlamento, infatti, fa riferimento una una suddivisione del Canone in 10 distinte rate da 10 euro ognuna. Si va praticamente verso una sorta di atomizzazione di quelle 100 euro che sono dovute alla Rai. L’idea delle presentatrici dell’emendamento è quella di rendere il Canone Rai il meno pesante possibile e quindi lo scaglionamento a 10 euro, viene vista come una soluzione che va in questa direzione.

L’emendamento non contiene novità rispetto a quelle che sono le altre caratteristiche dal canone Rai che sarà quindo dovuto solo per il possesso delle televisione e non sarà dovuto nel caso di altri apparecchi come iPad o smartphone. Tutto invariato anche per quanto concerne le esenzioni. La possibile rateizzazione del canone in 10 rate pone però alcuni problemi di tipo logistico. La maggior parte delle bollette della luce, infatti, è bimensile e quindi i 10 euro saranno dovuti ogni 2 mesi. In pratica il canone si finirà di pagare in 20 mesi e non in 10. Il risultato di tutto questo sarà che nel 2017 si pagherà ancora il canone del 2016. E’ per questo motivo che in tanti chiedono che tutto resti così come è per evitare i soliti accavallamenti burocratici non infrequenti in Italia. L’emendamento, comunque, necessità di approvazione ed è molto probabile che, se saranno tenuti in considerazione questi elementi, che tutto resti invariato e che il primo canone pagato con la bolletta della luce resti diviso in due rate per il 2016 per poi essere pagato tutto in una sola soluzione a partire dall’anno 2017. I tempi per aver una risposta definitiva a queste domande sono molto stretti.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *