Cartelle Equitalia via PEC anche per le persone fisiche titolari di partita Iva

28 agosto 2014 17:480 commentiDi:

equitalia logo

Continua in questo periodo il grande rinnovamento di Equitalia, che passata sotto una nuova direzione già da qualche tempo, cerca nuovi modo per interagire con i contribuenti italiani e nuove  e più efficienti modalità di organizzazione. E nell’ambito di questo processo di rinnovamento delle procedure arriva proprio in questi ultimi giorni una novità che riguarda l’uso della tecnologia per la consegna delle tanto temute cartelle di pagamento. 

L’Agenzia delle Entrate svela tutti gli aspetti delle cartelle di Equitalia

A partire da qualche giorno fa, infatti, Equitalia ha attivato una nuova modalità di consegna delle cartelle di pagamento, che prevede la consegna dei documenti esattoriali riportanti i debiti iscritti a ruolo direttamente attraverso la Posta Elettronica Certificata, cioè la PEC.


Cartelle Equitalia – Novità sulle rateizzazioni in arrivo dal 2015

I destinatari di questa ulteriore innovazione tecnologica sono le persone fisiche titolari di Partita Iva che potranno quindi d’ora in avanti ricevere una cartella esattoriale anche tramite PEC, cioè per mezzo di una email, che riporterà esattamente il giorno e l’ora della notifica. Questi due dati in particolare saranno di fondamentale importanza per i contribuenti italiani, che potranno avere quindi a disposizione tutti i riferimenti necessari.

L’invio delle cartelle esattoriali di Equitalia a mezzo Posta Elettronica Certificata non è una modalità e una procedura del tutto nuova per Equitalia, l’agente di riscossione dell’Agenzia delle Entrate, ma viene da tempo già utilizzata nei confronti delle società, che sono obbligate a fornire un indirizzo PEC. Anche i titolari di Partita Iva che hanno all’attivo una ditta individuale, quindi, a partire dalla fine di agosto 2014, sono ammessi in questa platea.

L’innovazione introdotta da Equitalia vuole essere un modo non solo per semplificare le procedure, ma anche per rendere più rapidi i trasferimenti e abbattere i costi della stampa delle cartelle.






Tags:

Lascia una risposta