Chiusura prolungata per lo stabilimento Fiat di Pomigliano

18 luglio 2012 13:340 commenti

Lo stabilimento Fiat di Pomigliano allungherà le ferie fino al 31 agosto. A comunicarlo è stata la casa automobilistica torinese attraverso una nota, nella quale viene appunto specificato che, dopo la chiusura estiva, lo stabilimento campano continuerà ad essere chiuso per altri 11 giorni, dal 20 al 30 agosto, durante i quali verranno messi in cassa integrazione ben 2.150 lavoratori.

La decisione è stata presa a fronte della fase difficile che sta attraversando il settore dell’auto, una contesto di crisi che, come si legge nel comunicato stampa, impone la riduzione della produzione per evitare inutili e costosi accumuli di vetture. Per tale motivo, dunque, la situazione continuerà ad essere sotto stretta osservazione anche nel corso dei prossimi mesi. A differenza degli altri stabilimenti italiani, ricordiamo, quello di Pomigliano fino ad ora non era mai stato messo in cassa integrazione.


La crisi del settore auto, soprattutto per Fiat, è stata ulteriormente confermata dai dati diffusi nei giorni scorsi dall’Acea, l’associazione che riunisce i costruttori di auto europei, in merito all’andamento delle immatricolazioni durante il mese di giugno. Più nel dettaglio, lo scorso mese le vendite di nuove auto in Europa sono calate del 2,8% toccando gli 1,202 milioni di unità, ovvero il livello minimo degli ultimi otto mesi, mentre se si considera solo Fiat le immatricolazioni hanno registrato una flessione del 16,7%, con un conseguente calo della quota di mercato al 6,4% rispetto al 7,2% di maggio.






Tags:

Lascia una risposta