Come comprare Bitcoin

25 gennaio 2014 09:002 commentiDi:

bitcoin-logo-plain

Dal denaro contante, a quello elettronico, a quello digitale. E’ questo il processo di sviluppo che hanno subito le valute del mondo in tempo più recenti, almeno dal momento in cui la tecnologia ha permesso l’effettuazione delle transazioni elettroniche. E il denaro elettronico oggi guadagna sempre più terreno sulle monete tradizionali, in virtù del fatto che il volume degli scambi effettuati a livello globale sta aumentando di anno in anno.

Si tratta di uno dei risvolti primari della new economy, che ha fatto dello sfruttamento di tutte le tecnologie legate al mondo di Internet uno dei suoi baluardi. Ma il processo di sviluppo dei pagamenti elettronici negli ultimi tempi è andato ancora oltre e ha iniziato ad investire anche la realtà virtuale.

Da alcuni anni non ci si è più limitati, cioè, a fare online un uso virtuale del denaro fisico, ma sono state create anche valute digitali – virtuali – al cento per cento. Il caso più famoso e rappresentativo di questo fenomeno è costituito dalla moneta virtuale Bitcoin, che è stata letteralmente creata dal nulla nel 2009 da un certo Satoshi Nakamoto, la cui vera identità è però rimasta fino ad oggi anonima.

La moneta virtuale Bitcoin in forte ascesa

Bitcoin è dunque una moneta che esiste solo nel mondo virtuale ma che, avendo in poco tempo generato un alto volume di scambi attraverso internet, a partire dallo scorso anno ha avuto un grande successo anche nel mondo reale, perché moltissime aziende, soprattutto in America, nella zona della Silicon Valley, che trasuda innovazione ed è ampiamente recettiva nei confronti di tutte le novità che provengono dal web, hanno cominciato ad accettarla come mezzo di scambio per beni e servizi.

Ma la naturale predisposizione della Silicon Valley ad incubare le novità provenienti da Internet non è l’unico motivo che ha provocato il grande successo di Bitcoin nei 12 mesi passati. I successi di questa moneta virtuale sono direttamente collegati con le sue modalità di utilizzo. Basta pensare, infatti, che all’incirca al cambio attuale, dopo 12 mesi strepitosi, il rapporto Bitcoin – dollaro si pone 790 a 1.

Bitcoin è quindi oggi a tutti gli effetti un investimento alternativo, una possibilità di guadagno, un mezzo che permettere di mettere al riparo la propria ricchezza dalla svalutazione dell’inflazione, perché, non essendo legata ad un precisa territorialità, ma prosperando nel mondo fluttuante di Internet, non può essere controllata da nessun governo e da nessuna banca centrale. C’è chi la reputa, infine, addirittura più sicura dell’oro.

Bitcoin è sbarcata ufficialmente in Italia alcuni mesi fa, nel novembre 2013. In quella data ha visto la luce la Bitcoin Foundation Italia, prima associazione italiana non a scopo di lucro per la promozione della moneta digitale, dopo anni di incubazione attraverso un altro punto di riferimento, la seziona italiana del forum Bitcointalk.org.

Da allora anche in Italia le transazioni con questa valuta sono diventate più accessibili e familiari. Ecco quindi come potrete acquistare Bitcoin se siete interessati ad investire in questa moneta. In questo post vi spiegheremo infatti, passo dopo passo, come potrete ottenere semplicemente le vostre monete.

Come comprare Bitcoin

Avere a disposizione un computer e una connessione internet

Come è noto, i Bitcoin vengono coniati in maniera autonoma dal sistema crittografato che li regola e li gestisce, a sua volta appoggiato ad un database distribuito realizzato dalla rete dei pc connessi tra di loro in modalità peer-to-peer. La prima cosa che serve, per poter comprare Bitcoin, è di conseguenza un computer con accesso internet che permetta di svolgere le operazioni online.

Aprire un borsellino virtuale

Il passo successivo per poter comprare Bitcoin è costituito dall’apertura di un borsellino virtuale, un portafoglio in cui poter conservare i propri averi digitali. In merito a questo secondo passaggio gli acquirenti avranno due opzioni a loro disposizione:

  • potranno infatti conservare questo borsellino virtuale sul proprio pc, servendosi di un programma di client che permetta di gestirlo –  e questa opzione viene in genere presentata come la più sicura
  • oppure potranno affidare la custodia del portafoglio ad una sorta di banca online, un intermediario finanziario, così come capita per tanti prodotti anche nel mondo reale – una delle società che offrono questo servizio è Blockchain.info.

L’apertura di un borsellino virtuale comporta anche l’assegnazione del codice alfanumerico che funzionerà un po’ come il proprio numero di conto corrente. Dovrà infatti essere dato a chiunque voglia inviarci del denaro, o utilizzato quando saremo noi a voler inviare del denaro. Si tratta del  cosiddetto indirizzo bitcoin.

Nel caso in cui si opti per la prima possibilità, dunque, quella di gestire in proprio tutte le transazioni, ci si potrà attrezzare con il software open source omonimo, Bitcoin, che provvederà anche all’assegnazione dell’indirizzo bitcoin personale.

Acquistare Bitcoin

Il terzo passo per comprare le criptomonete del web è quello di procedere all’acquisto vero e proprio. Al momento dell’apertura, infatti, il borsellino virtuale è vuoto e si dovrà – potrà riempirlo a seconda delle proprie esigenze e desideri. I modi per acquistare i Bitcoin sono diversi. Un modo abbastanza semplice è quello, ancora una volta, di servirsi di intermediari finanziari virtuali che mettono a disposizione le piattaforme di scambio.

Le piattaforme online su cui è possibile acquistare Bitcoin sono ad esempio:

  • Bitstamp.net
  • Btc-e.com
  • TheRockTrading.com – quest’ultimo sito è gestito da italiani.

Su questi siti sono accettate diverse modalità di pagamento. La più diffusa è quella del bonifico. Prima del loro utilizzo è necessario però registrarsi, cioè creare un account.

Vi sono poi anche altri modi per comprare Bitcoin. Due di questi prevedono il pagamento o attraverso la Postepay o attraverso il conto PayPal.

  • La piattaforma per l’acquisto dei Bitcoin attraverso una ricarica della propria PostePay, è stata messa a punto da un ragazzo italiano e si chiama BitBoat.net. Il sistema riceve la nostra richiesta di acquisto e assegna al nostro indirizzo alfanumerico un codice su cui effettuare la ricarica PostePay da qualsiasi ufficio postale o punto vendita Lottomatica – Sisal. L’accredito dei Bitcoin sul proprio bor sellino virtuale avviene 5 minuti dopo l’effettuazione della ricarica.
  • Per comprare invece Bitcoin attraverso il proprio conto PayPal è possibile utilizzare il servizio messo a disposizione dal Virtual World Exchange, più noto come VirWox. Anche qui è necessario effettuare una registrazione, ma successivamente cambiare le monete di Second Life acquistate in Bitcoin.
Tags:

2 commenti

Lascia una risposta