Come funziona lo scontrino elettronico

21 giugno 2014 15:470 commentiDi:

scontrino

Il governo Renzi procede a grandi passi sul terreno dei provvedimenti che verranno applicati in relazione alla delega fiscale. Negli ultimi giorni sono stati infatti approvati i primi decreti attuativi per l’introduzione delle misure comprese nel disegno di legge. Ci saranno quindi a breve delle importanti novità in ambito fiscale per cittadini e commercianti, le più innovative delle quali riguarderanno probabilmente le misure anti – evasione. 

In arrivo scontrini e fatture elettroniche contro l’evasione fiscale

Il governo ha infatti intenzione di introdurre per artigiani e commercianti, ma a cominciare dalla grande distribuzione organizzata, misure quali lo scontrino elettronico o telematico, la fatturazione elettronica e l’obbligatorietà del Pos per l’utilizzo delle carte di credito. Ecco quindi come funzionerà in particolare lo scontrino elettronico.

Nuove proposte per la riforma dell’IVA e la lotta all’evasione fiscale

Lo scontrino elettronico sarà attivato in primo luogo presso i punti vendita della grande distribuzione, ma poi verrà esteso anche a commercianti e artigiani. In pratica tutto quello che passerà per le casse del supermercato sarà trasferito in tempo reale via web all’ufficio dell’Agenzia delle Entrate di zona.

In questo modo si potrà avere un controllo in tempo reale sugli importi delle vendite, si potranno istruire controlli con l’IVA pagata e si potranno anche valutare i vari rifornimenti merce del commerciante in questione.

A differenza di quanto si crede non si tratta di una soluzione del tutto nuova ma questa misura era già stata applicata con successo dal governo Prodi nel 2006, con l’obbligatorietà della trasmissione telematica di tutte le vendite e di tutti gli acquisti dei negozi. Tale misura, varata dall’allora Ministro dell’Economia Visco, portò ad un aumento del gettito IVA del 10 per cento.

 

 

 

Tags:

Lascia una risposta