Come risparmiare sui pagamenti con bancomat e carte di credito

5 luglio 2014 12:330 commentiDi:

460259377

Con l’entrata in vigore del decreto che obbliga professionisti, artigiani e commercianti a accettare i pagamenti con bancomat e carte di credito per gli importi superiori a 30 euro, a partire dal 30 giugno 2014, e quindi a disporre anche di un POS per l’effettuazione delle transazioni elettroniche, l’utilizzo dei nuovi strumenti di pagamento elettronici diventerà sempre più diffuso. 

Più bancomat e carte di credito per i pagamenti degli italiani

I consumatori si troveranno così sempre più spesso, in Italia e all’estero, a fare i conti con le commissioni dovute per l’utilizzo di tali strumenti e dovranno così impegnarsi ad elaborare nuove strategie di risparmio. Ecco quindi alcuni consigli per risparmiare nel nostro paese e fuori dai confini nazionali quando si utilizza un bancomat o una carta di credito per le proprie spese.


L’uso del POS sarà obbligatorio per tutt i professionisti dal 30 giugno 2014

Secondo una recente statistica una delle prime operazioni che è possibile compiere è quella di limitare al minimo i piccoli prelievi periodici e ripiegare su prelievi più grandi e più diradati nel tempo. Questo perché non in tutte le tipologie di conto corrente i prelievi sono considerati illimitati e gratuiti.

La seconda possibilità che si ha a disposizione è poi l’attivazione di un conto corrente via web, un conto corrente online, all’interno del quale sia compresa anche una carta di credito internazionale, cioè una carta che sia accettata anche all’estero.

Nel confronto tra le commissioni applicate al prelevamento dei contanti attraverso il bancomat e il prelevamento dei contanti allo sportello attraverso carta di credito è risultato di gran lunga più conveniente la seconda opzione, sia nei confronti dei conti correnti tradizionali, non online, sia nei confronti di una carta di credito singola.

All’estero, invece, la soluzione più economica appare il prelevamento attraverso carta di debito associata a conto corrente online.






Tags:

Lascia una risposta