I controlli sui rimborsi del 730 scatteranno solo su una parte di essi

13 giugno 2014 14:560 commentiDi:

agenzia-delle-entrate_h_partb

In un post pubblicato prima di questo avevamo avuto modo di parlare di una nuova modalità di controllo fiscale che verrà attivata da parte dell’Agenzia delle Entrate nel corso del 2014, in base alla quale verranno sottoposti a controllo i rimborsi fiscali superiori alla cifra di 4 mila euro, sia nel caso di coloro che presentano la dichiarazione dei redditi con il modello 730, sia nel caso di coloro che presentano la dichiarazione dei redditi con altri tipi di modello. 

Le detrazioni del 730 oltre i 4 mila euro arriveranno dopo un anno

Ma proprio in questi giorni il Fisco ha fornito un ulteriore chiarimento relativo a tali rimborsi fiscali e ai controlli che verranno operati su di esso. L’Agenzia delle Entrate ha infatti precisato che tali controlli sui rimborsi superiori a 4 mila euro non interesseranno tutta la platea dei contribuenti italiani, ma solo una parte di essi, così come prevede la Legge di Stabilità finanziaria 2014.


Dichiarazione dei redditi 2014 – Le detrazioni sui canoni di locazione

Il controllo secondo la direttiva emanata, così come prevede la normativa scatterà quando il rimborso di importo superiore ai 4 mila euro sarà determinato da:

  • detrazioni per i familiari a carico – ma non da assegni per il coniuge separato
  • crediti riportati dalla dichiarazione dei redditi dell’anno precedente.

Si potrà quindi stare maggiormente tranquilli se tali rimborsi riguarderanno ad esempio

  • spese di ristrutturazione
  • interessi passivi sul mutuo per l’acquisto della prima casa.

In questo modo l’Agenzia delle Entrate vuole evitare il ripetersi di alcune frodi verificatesi con i rimborsi erogati direttamente da sostituto di imposta o dall’ente per la pensione. Si tratterà quindi in totale di un massimo di 100 mila persone sottoposte a controllo.

 






Tags:

Lascia una risposta