Conviene sempre richiedere una surroga del mutuo?

17 luglio 2014 18:380 commentiDi:

mutui

La surroga del mutuo è una delle opzioni a disposizione dei mutuatari che hanno acceso un contratto di mutuo e vogliono accedere a condizioni più vantaggiose di quelle attuali. A partire dal 2007, infatti, i sottoscrittori di mutuo possono se lo desiderano avvalersi della portabilità del mutuo che consente di cambiare la banca o l’istituto di credito erogante per ottenere condizioni migliori di quelle di partenza. 

Mutuo – Piccola guida su come rivedere e modificare il proprio finanziamento ipotecario non più conveniente

Questa operazione che prevede un cambio di alcuni parametri del mutuo senza toccare però l’importo è la surroga del mutuo, accessibile anche senza riscrivere una nuova ipoteca. La surroga è quindi un istituto a cui i clienti possono accedere praticamente a costo zero, così come voluto sin dalla sua introduzione dall’allora Ministro dello Sviluppo Economico Pier Luigi Bersani.


Come sospendere il mutuo

Quando si richiede una surroga del mutuo i clienti possono decidere di comune accordo con la nuova banca di cambiare la durata complessiva del finanziamento e quindi l’importo della rata, ma anche accedere a tassi di interesse più vantaggiosi a secondo del periodo.

La domanda che si pongono tutti i clienti che si accingono a valutare una surroga del mutuo è se si tratta o meno di una operazione sempre conveniente. La risposta a questa domanda, in verità, varia da soggetto a soggetto, non è cioè unica, perché è profondamente condizionata da quali sono le condizioni di partenza.

In un periodo di tassi bassi una surroga può rappresentare una scelta conveniente, ma bisogna tenere presente che le banche non sono propense a concedere surroghe troppo di frequente, soprattutto a coloro che presentano più richieste. Le banche, in sostanza, non amano i surrogatori seriali, e dunque è bene valutare con attenzione il momento in cui giocare la carta della surroga.






Tags:

Lascia una risposta