Crescita Piazza Affari

10 gennaio 2013 10:120 commenti

Piazza Affari sugli scudi. La Borsa ha chiuso la giornata di ieri con un rialzo del 2,2%, toccando massimi che non si vedevano dal primo di agosto del 2011. Il periodo in questione era quello in cui non eravamo ancora così dentro la crisi del debito. Ora Piazza Affari ha nuovamente superato la soglia del 17.300 punti.

TITOLI IN EVIDENZA

Telecom Italia: la notizia della creazione di una rete Tlc tra tutti i colossi del settore a livello europeo ha favorito la crescita del Titolo Telecom. Nella giornata di ieri la compagnia ha raggiunto un guadagno che si aggira intorno al 9%.

► Nuovo Redditometro a Marzo

Unicredit, Mediolanum, Bper: il settore creditizio prosegue a gonfie vele. Il calo dello spread e l’inserimento a tappe di Basilea 3 costituiscono uno giovamento.

Finmeccanica: in crescita di sei punti, in virtù del dossier ansaldo. Entro il 23 gennaio 2013 sono attese le prime offerte per l’acquisto del 100%.

Alcoa:

Uno dei motivi che fa lievitare Piazza Affari è sicuramente l’intesa raggiunta negli Usa per evitare la recessione . Da quando è stato raggiunto un compromesso tra americani e repubblicani tutti i listini godono di una salute migliore.

Negli Stati Uniti è iniziata la stagione delle trimestrali, inaugurata da Alcoa. Alcoa è l’azienda leader nel settore dell’acciaio. I ricavi fatti registrare sono stati superiori alle previsioni: 5,9 miliardi di dollari, con degli utili per 242 milioni. Pensare che fino allo scorso anno, Alcoa era in rosso di 191 milioni.

L’emergenza finanziaria, dunque, sembra essere finita anche se resta in ballo il problema di natura economica. La tensione, intanto, si sposta in America sul fronte del debito, dopo che è stato evitato il precipizio fiscale.

Tags:

Lascia una risposta