Detrazioni prima casa – La fattura dell’agenzia immobiliare

11 luglio 2014 11:110 commentiDi:

tassa-casa

L’acquisto di una prima casa è sempre un passo importante nella vita di una persona e senza dubbio anche un grande impegno finanziario. Alla luce dell’importanza che si dà a questo acquisto e all’andamento del mercato immobiliare, presente e futuro, la maggior parte delle persone per compiere questo passo si affida ad una agenzia immobiliare, un intermediario che possa seguire e consigliare gli interessati, nel corso della trattazione. 

I requisiti catastali della prima casa necessari per fruire delle agevolazioni

Dal punto di vista fiscale, come ci è capitato altre volte di sottolineare, la prima casa è un bene molto particolare, e per il fisco italiano gode di una serie di agevolazioni. Tra queste vi sono le detrazioni fiscali sulle spese, che devono essere di volta in volta indicate in sede di dichiarazione dei redditi al fine di ricevere il beneficio spettante.

Nuove agevolazioni 2014 sull’acquisto della prima casa

Le spese che si pagano per l’acquisto di una prima casa, quindi, sono in genere detraibili. Basta pensare infatti ai diversi tipi di imposte. Ma forse non tutti sanno che anche le spese di intermediazione, ovvero la fattura che si paga all’agenzia immobiliare alla chiusura della compravendita è detraibile nella dichiarazione dei redditi.

Anche le spese di intermediazione, infatti, sono soggette ad una detrazione pari al 19 per cento del totale e devono essere riportate all’interno del quadro E della dichiarazione dei redditi. E’ previsto però un limite di spesa, fissato a 1000 euro indipendentemente dall’importo reale della fattura. Questo, almeno, se il proprietario è uno solo.

Se invece i proprietari sono più di uno il tetto di spesa per le detrazioni è sempre operante e sempre pari a 1000 euro ma l’importo deve essere ripartito fra i vari acquirenti in base alla percentuale di proprietà detenuta da ognuno.

Tags:

Lascia una risposta