Dettagli decreto Cresci-Italia 2012

19 gennaio 2012 15:180 commenti

Liberalizzazioni e lavoro” alla base del nuovo Decreto Cresci Italia 2012: dopo il Decreto Salva Italia arriva il momento della crescita e della ripresa dell’economia.

Domani in Parlamento sarà presentata la bozza del nuovo decreto, ma cominciano a trapelare i primi dettagli. Al centro del testo ci sarebbero le liberalizzazioni, necessarie per rilanciare l’economia italiana, ma anche apertura al mercato, riforme sul commercio e sulle professioni.

La manovra dovrebbe favorire, una crescita del Pil, pari all’11% e secondo le previsioni di un working paper di Bankitalia i benefici riguarderebbero l’occupazione (si prevede un +8%), gli investimenti (+18%) e le retribuzioni (+12%). Naturalmente a lungo termine.

Vediamo alcuni dei dettagli. Il punto centrale restano le liberalizzazioni a partire dall’aumento considerevole del numero di licenze per i tassisti in cambio di orari e tariffe più flessibili, trasparenza, extraterritorialità. Le proteste arrivano anche dai farmacisti: in questo caso si pensa agli sconti sui prodotti (anche farmaci di fascia A) e a nessun limite d’orario con la possibilità di svolgere attività e i servizi medici aggiuntivi anche oltre gli orari e i turni d’apertura.


Previsto anche l’aumento del numero delle farmacie, una ogni 3 mila abitati. Per i benzinai, in arrivo l’abolizione dei limiti per i distributori self-service fuori dai centri abitati e la facoltà di scegliere la fornitura nonché di vendere alimenti, bevande, tabacchi. Previsti l’abrogazione delle tariffe professionali, minime e massime, nuovi 1500 posti in più per i notai e l’obbligo di attenersi al preventivo.

Diventa meno oneroso chiudere le pendenze con il Fisco e son previsti sconti sulle assicurazioni per i clienti che scelgano l’istallazione della cosiddetta “scatola nera”.

I commercianti invece potranno gestire autonomamente sconti promozionali e saranno aumentati i punti vendita di librerie ed esercizi commerciali per la vendita di quotidiani. Novità in arrivo anche per chi contrae un mutuo con la possibilità di scegliere fra almeno due gruppi assicurativi con cui stipulare il contratto di assicurazione sulla vita.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta