Dichiarazione dei redditi congiunta – Che cos’è, chi la può presentare

5 febbraio 2014 17:574 commentiDi:

730

Sono stati da poco pubblicati da parte dell’Agenzia delle Entrate i nuovi moduli che tutti i contribuenti italiani potranno utilizzare a partire dalla prossima privare per compilare le proprie dichiarazione dei redditi da presentare all’autorità fiscale. Tra questi moduli vi è anche il nuovo Modello  730 – 2014, che recepito le numerose novità avutesi a livello fiscale nel corso dell’anno appena trascorso. 

Arriva il nuovo modello 730 – 2014 – Ecco le novità sui rimborsi Irpef e sulle detrazioni

Per chi volesse avere maggiori informazioni su questo modello, può consultare gli articoli che abbiamo dedicato al nuovo Modello 730 – 2014 sempre su questo stesso blog, dai quali potrà essere scaricato anche la copia ufficiale del modulo con le relative istruzioni per la compilazione.

Nuovo Modello 730 – 2014 da scaricare con istruzioni per la compilazione

Per tutti i contribuenti tenuti alla presentazione della dichiarazione dei redditi attraverso il Modello 730, inoltre, anche per l’anno in corso, 2014, in cui dovranno essere indicati i redditi relativi all’anno 2013, l’Agenzia delle Entrate offre in modo particolare alle coppie  sposate la possibilità di avvantaggiarsi di una ulteriore possibilità: quella di presentare una dichiarazione dei redditi congiunta.

Ma che cosa è la dichiarazione dei redditi congiunta? Chi se ne può avvalere secondo l’attuale normativa? Quali sono gli adempimenti richiesti ai contribuenti che presentano una dichiarazione congiunta? Quali sono i vantaggi di cui si fa a beneficare? A queste e ad altre risposte di tale genere troverete soluzione all’interno di questo post, dal momento che la dichiarazione congiunta è anche una utile possibilità di risparmio per molti nuclei familiari.

Vediamo quindi in che cosa consiste la dichiarazione dei redditi congiunta cercando di capire meglio:

  • che cos’è la dichiarazione dei redditi congiunta
  • chi può presentare la dichiarazione dei redditi congiunta
  • chi non può presentare la dichiarazione dei redditi congiunta
  • quando presentare la dichiarazione dei redditi congiunta
  • come presentare la dichiarazione dei redditi congiunta
  • quali sono i vantaggi della dichiarazione dei redditi congiunta.

La dichiarazione dei redditi congiunta

Che cos’è la dichiarazione dei redditi congiunta

La dichiarazione dei redditi congiunta consiste nella possibilità per i coniugi di presentare il Modello 730 in forma unificata.

Chi può presentare la dichiarazione dei redditi congiunta

La presentazione del Modello 730 in forma congiunta può essere utilizzata da tutte le coppie che al momento della presentazione della dichiarazione risultano effettivamente coniugate, le cui scadenze, come è noto, coincidono in genere con la fine del mese di aprile e con la fine del mese di maggio a seconda della modalità prescelta per la presentazione.

L’opzione dunque è valida anche se i redditi dichiarati sono relativi all’anno precedente, in cui i due coniugi non erano ancora formalmente coniugati.


La dichiarazione dei redditi congiunta può essere inoltre presentata anche dalle coppie coniugate che abbiano optato, a livello patrimoniale, per la separazione dei beni, dal momento che il regime di unione o separazione non viene considerato rilevante, come anche il fatto che uno dei due coniugi sia a carico dell’altro.

Redditi e sostituto d’imposta

Al di là dei requisiti giuridici di tipo civile o patrimoniale, la dichiarazione dei redditi in forma congiunta può essere in ogni caso presentata solo da coniugi che percepiscono entrambi redditi che rientrano nel Modello 730, cioè che possono essere attraverso di questo dichiarati, e cioè

  • redditi da lavoro dipendente ed assimilati e redditi diversi di vari natura, ma non redditi da lavoro autonomo abituale, redditi di impresa, o anche solo partecipazioni.

Almeno uno dei due coniugi, inoltre, deve possedere un sostituto di imposta.

Chi non può presentare la dichiarazione dei redditi congiunta

Non possono invece di conseguenza presentare la dichiarazione dei redditi congiunta le coppie che non risultino formalmente coniugate alla data delle presentazione della dichiarazione dei redditi, come i coniugi separati, perché il mancato accordo tra di loro non consente all’erario di effettuare conguagli unificati  nella busta paga di uno solo dei coniugi come necessario.

Allo stesso modo anche per le coppie conviventi questa possibilità non può essere applicata.

Quando presentare la dichiarazione dei redditi congiunta

Come per la presentazione del Modello 730 – 2014 tradizionale, anche per la presentazione della dichiarazione dei redditi congiunta attraverso il nuovo Modello 730 dovranno essere rispettate le scadenze previste dall’Agenzia delle Entrate, che seguono il seguente calendario:

  • 30 aprile per tutti i contribuenti che scelgono la modalità di presentazione in forma diretta
  • 31 maggio per tutti i contribuenti che per la presentazione del modello si avvalgono di un intermediario – e cioè un libero professionista del settore contabile, una associazione di categoria o un centro di assistenza fiscale.

Quali sono i vantaggi della presentazione dei redditi congiunta

Uno dei vantaggi fiscali assicurati alle coppie coniugate dalla presentazione della dichiarazione dei redditi congiunta è quello di usufruire di benefici nel caso in cui uno dei due coniugi abbia un reddito da lavoro dipendente e dunque un sostituto d’imposta e l’altro disponga di altri tipi di reddito ma non di una partita IVA.

Il vantaggio, infatti, in questo caso, è quello di poter mantenere comunque i due redditi distinti l’uno dall’altro ma di avere la possibilità che il sostituto di imposta del primo funga come tale anche per il secondo. Il secondo coniuge infatti, che normalmente sarebbe soggetto alla presentazione del modello Unico, ne risulta esonerato e i rimborsi a cui ha diritto non vengono erogati a parte ma inseriti all’interno della busta paga del primo coniuge, insieme ai restanti.

Come presentare la dichiarazione dei redditi congiunta

In merito alle modalità di presentazione della dichiarazione dei redditi in forma congiunta, la prima cosa da sapere è che per effettuare proprio a livello pratico la scelta di questa opzione è necessario interagire sul frontespizio del Modello 730 – 2014 e il coniuge che si avvale del sostituto di imposta deve barrare due caselle in particolare:

  • la casella relativa al dichiarante
  • la casella relativa alla dichiarazione congiunta.

Il secondo coniuge, invece, deve barrare soltanto la casella:

  • dichiarazione congiunta.

All’atto pratico, infatti, la dichiarazione dei redditi in forma congiunta è comunque composta da due dichiarazioni formalmente distinte, una per ogni coniuge, dove ciascuno dichiara i propri redditi e detrae le proprie spese.

Per la presentazione dei redditi in forma congiunta devono essere utilizzate le seguenti modalità:

  • la presentazione in forma diretta attraverso un sostituto di imposta
  • la presentazione ad un CAF o ad un professionista abilitato.





Tags:

4 commenti

  • Chiara Rosati

    Avrei una domanda da porre.
    Mio marito ha aperto partita IVA quest’anno (2014), mentre nel 2013 era dipendente con contratto a progetto.
    Non è possibile in questo caso fare la dichiarazione congiunta dato che vengono dichiarati i redditi del 2013?
    Ringrazio anticipatamente.
    Chiara Rosati

  • Buongiorno,
    mia mamma ha fatto la dichiarazione dei redditi con 730 e io non avendo reddito ( sono la figlia) ma sto versando i contributi per la pensione mi e’ stato detto dal CAF che potevo farla con mia mamma. E quindi hanno compilato il 730 di mia madre mettendo le mie detrazioni.
    E’ corretto tutto questo?
    grazie di una vostra risposta

  • nel 730 congiunto si possono scaricare le spese mediche di entrambi i coniugi?

  • Nella dichiarazione congiunta se il coniuge del dichiarante non ha reddito al di fuori dei fabbricati e risulta a carico del dichiarante, le spese del coniuge si possono sommare a quelle del dichiarante in quanto il coniuge è a suo carico?

Lascia una risposta