E’ arrivato il Bonus Irpef da 80 euro – Cosa fare se si supera il massimale

28 maggio 2014 16:510 commentiDi:

euro

Dopo tanti giorni di attesa e di parole spese a decantarne la natura, arriva finalmente in questa settimana di maggio il Bonus Irpef da 80 euro, la misura voluta dal governo Renzi per dare un taglio al cuneo fiscale e far ripartire le vendite. E’ infatti arrivato all’interno delle buste paga del mese di maggio 2014 – anche per coloro che non dovessero essere esattamente in pari  con i pagamenti – ed è stato appositamente segnalato all’interno dei cedolini. 

Questi ultimi riportano infatti una voce in più tra le entrate con l’indicazione del Decreto Irpef, il decreto n. 66 del 2014 che ne ha autorizzato l’erogazione. Proprio in questi giorni tra l’altro il decreto Irpef in questione ha ripreso il suo iter parlamentare attraverso l’analisi dei relativi emendamenti da parte delle commissioni bilancio di camera e senato.

Come funziona il Bonus Irpef da 80 euro per i cassintegrati e i disoccupati


Come era stato anticipato in precedenza questa misura verrà ripetuto anche nei prossimi mesi fino alla fine del 2014, ma sarà poi la Legge di Stabilità finanziaria 2015 a decidere se potrà trattarsi di una misura strutturale come nelle intenzioni del premier. Con la Legge, infatti, dovrebbero essere recuperate una serie di risorse atte a coprire l’agevolazione, che oggi ammontano a circa 10 miliardi di euro.

> Come funziona il Bonus Irpef da 80 euro di Matteo Renzi

C’è però anche una cosa da sapere in merito all’erogazione del bonus. Il bonus è infatti destinato ai redditi fino a 24 mila euro e poi ai 26 mila euro in diminuzione, e per coloro che percepiscono più redditi il cumulo deve essere notificato al sostituto di imposta. Se si supera il tetto massimo previsto, infatti, il lavoratore sarebbe costretto a restituire  il bonus stesso.






Tags:

Lascia una risposta