Economia Italia e Spagna fuori pericolo

13 gennaio 2013 14:320 commenti

Nouriel Roubini, specialista in materia di economia della New York University, è l’uomo che ha seguito ogni passo di questa infinita crisi, con un particolare occhio di riguardo all’Italia.

Roubini, non ha dubbi: Roma, così come Madrid, non deve preoccuparsi. L’allarme è rientrato. Se lo dice lui, un pò ci si può fidare.

MARIO DRAGHI

Il clima è migliorato, l’economia sta meglio e secondo Roubini l’Italia deve ringraziare un solo uomo: il Governatore della Bce Mario Draghi. Ok, ma in che senso?


Roubini entra nel dettaglio e dice: Occorre ringraziare questo comune sentire delle banche centrali di tutto il mondo, a partire dalla Fed. Sulla scia di Bernanke, le banche centrali giapponese, inglese, svizzera e ora anche europea, hanno tutte sposato la filosofia del quantitative easing. La decisione di Francoforte di procedere senza limitazioni sui titoli degli Stati in difficoltà è una variante di questo modus operandi. Ed è stata fondamentale. Nel contempo l’Italia si è data da fare per uscire dalle difficoltà.

ELEZIONI

Roubini non ha dubbi. Per uscire dalla crisi definitivamente tutto dipende dall’esito delle elezioni. Roubini, da buon guru quale è, non ha neanche paura a sbilanciarsi, a fare previsioni e ad auspicare che venga seguito un percorso preciso: “Se posso fare insieme un auspicio e una previsione, ci vorrebbe una convincente vittoria del centrosinistra e poi un’alleanza con Monti. La stabilità conseguita darebbe fiducia ai mercati e permetterebbe di continuare il cammino verso il risanamento”.






Lascia una risposta