Emissioni titoli di Stato novembre-dicembre 2012 ridotte dopo BTP Italia

19 ottobre 2012 10:250 commenti

A fronte dell’incredibile successo del terzo collocamento di BTP Italia terminato ieri, Maria Cannata, direttore del Debito pubblico del Ministero dell’Economia e delle Finanze, ha annunciato che nel corso dei prossimi due mesi il Tesoro ridurrà le emissioni dei titoli di Stato. Più nel dettaglio, il taglio non riguarderà le aste, che si terranno secondo il calendario già noto, ma la quantità di titoli che verrà offerta in occasione di ciascun collocamento.


Del resto l’emissione dei titoli di Stato indicizzati all’inflazione italiana tenuta tra lunedì 15 e giovedì 18 ha assicurato al Tesoro ben 18,02 miliardi di euro, un ammontare di gran lunga superiore rispetto a quello atteso, dal momento che in occasione della prima emissione erano stati collocati 7,3 miliardi di euro e in occasione della seconda emissione solo 1,7 miliardi. La stessa Maria Cannata, infatti, si è detta molto sorpresa del successo del collocamento, auspicando che questo sia indice di un ritorno di fiducia verso l’Italia da parte degli investitori.

Le richieste maggiori si sono concentrate soprattutto nelle giornate di mercoledì e giovedì, quando sono stati registrati ordini per un ammontare pari rispettivamente a 5,104 e 7,843 miliardi di euro, mentre le richieste registrate lunedì e martedì sono state rispettivamente pari a 2,585 e 2,485 miliardi di euro. Il tasso definitivo garantito dal Tesoro è stato fissato al 2,55%, che sarà corrisposto mediante cedole semestrali.






Tags:

Lascia una risposta