Ennesima batosta per l’industria italiana

13 maggio 2013 17:340 commenti

Azienda vinicola cinese

Per il comparto della produzione industriale in Italia le cose continuano ad andare male. Rispetto al marzo dello scorso anno, infatti, si registra un crollo del -5,2% che pesa sull’intero settore e che non fa ben sperare.

I dati sono forniti da Eurostat, che aggiunge: quello italiano è in assoluto il peggior passo indietro rispetto a quello compiuto dalle altre grandi economie europee. Non è stato un bilancio felice neanche per altre due potenze dell’Eurozona. Occorre, infatti, considerare che in calo sono anche Germania e Francia. Nel primo dei due Stati, il crollo della produzione industriale è pari al 1,5 per cento. Nel secondo, invece, è leggermente superiore. Il crollo è stato dell’1,6%.

Assolutamente rilevanti anche i cali verificatisi in altri Paesi dell’Europa. Tra questi menzioniamo la Slovenia, dove il calo è stato del 2,9%, la Bulgaria (calo del -2,3%) e l’Irlanda (calo del -2,2%). Nel complesso, per quanto concerne l’Eurozona, si deve mettere a registro un calo totale dell’1,7%, che diventa dell’1,1% se si tiene in considerazione l’Unione europea a ventisette Stati.

In quello che è sicuramente un clima precario vi sono anche dei Paesi membri che possono gioire per gli aumenti messi a verbale nel bilancio marzo 2012-marzo 2013. Tra gli aumenti maggiori menzioniamo quelli che sono stati fatti registrare in Portogallo (aumento +5,3%), Olanda (aumenti +4,5%) e Lussemburgo (+4%).

Tags:

Lascia una risposta