Equitalia – Come richiedere la rateizzazione delle tasse in 72 rate

18 agosto 2014 13:040 commentiDi:

equitalia logo

In un post pubblicato prima di questo abbiamo visto che a partire dalla scorsa primavera Equitalia, la società di recupero crediti che collabora con l’Agenzia delle Entrate ha introdotto nuove possibilità di accedere alle dilazioni dei pagamenti per le cartelle esattoriali, tra cui quella di aderire ad un piano straordinario della durata di 10 anni per un totale di 120 rate. 

>  Cartelle Equitalia – Nessuna riscossione coattiva sotto i duemila euro

Oltre al piano straordinario è però sempre possibile accedere anche alla modalità di dilazione dei pagamenti prevista dal piano ordinario di rateizzazione, della durata di 6 anni per un totale di 72 rate. Questo piano è ad esempio previsto per i debiti fino a 50 mila euro di importo.

Equitalia apre lo Sportello Amico per le imprese in difficoltà

Anche in questo caso l’importo minimo di ogni rata doverà però essere almeno pari o superiore a 100 euro e nel corso della dilazione i contribuenti  non verranno considerati inadempienti, ma potranno richiedere il DURC e il certificato di regolarità fiscale per lavorare all’interno della Pubblica Amministrazione.

Con questo piano di rateizzazione è possibile anche richiedere una dilazione in rate variabili e crescenti al posto di rate costanti in modo da agevolare i pagamenti.

Come presentare la domanda di rateizzazione in 6 anni e 72 rate

 

Per presentare la domanda di rateizzazione è sufficiente produrre la documentazione che attesti la difficoltà di pagamento e compilare il modulo di richiesta che è possibile scaricare dal sito internet di Equitalia – www.gruppoequitalia.it – all’interno della sezione Rateizzare o prelevare presso gli sportelli di zona della società.

Il modulo compilato e la documentazione necessaria dovranno quindi essere presentati di persona presso uno degli sportelli territoriali del gruppo oppure inviati via posta attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno.

Tags:

Lascia una risposta