Ferrero in crescita nel 2012

22 gennaio 2013 22:130 commenti

C’è la crisi, ma gli italiani non rinunciano di certo alla Nutella. Banale da dirlo, ma questa è una premessa necessaria per dichiarare che nel 2012 il Gruppo Ferrero ha incrementato il proprio fatturato. Ciò è successo sia in Italia (dove il fatturato è salito a 2,55 miliardi attestandosi sull’1,9%), sia all’estero.

La Ferrero ha dichiarato che “Estathè, Nutella e Kinder Bueno hanno assicurato una sostanziale tenuta dei volumi sul mercato domestico, rispettivamente con un incremento del + 4,3%, + 2,8% e +1,7% sull’esercizio precedente”.

Alba chiude

Nello stesso comunicato si legge, però, anche una triste notizia, riguardante la società di Alba, in provincia di Cuneo, la quale ha chiuso l’esercizio al 31 agosto 2012 per via di un utile civilistico di 95,9 milioni, in calo dai 110,7 di dodici mesi prima principalmente per l’incremento del costo delle materie prime.

Tutto sommato però, la lussemburghese Ferrero International, grande madre all’interno della quale confluiscono i risultati di oltre trenta aziende controllate in tutto il mondo, ha visto il 2012 terminare con un utile di 443 milioni.

2012

Il risultato è diminuito nettamente rispetto agli 814 milioni di due anni fa, ma è comunque un’ottima notizia. Segno che una ripresa è auspicabile e che una società italiana ha iniziato nuovamente a respirare.

Tags:

Lascia una risposta