Gli stipendi dei dipendenti degli enti locali – Regioni e Comuni

30 luglio 2014 11:400 commentiDi:

185424003

I flussi di cassa degli enti territoriali italiani come Regioni, Comuni e Province sono stati di recenti passati al vaglio dalla Corte dei Conti. I magistrati contabili hanno così scoperto quali sono le spese di questi enti in merito agli stipendi e alle retribuzioni dei dipendenti e dei dirigenti in forza in tali amministrazioni pubbliche. 

Camera e Senato approvano il taglio degli stipendi dei dipendenti

I dati analizzati dalla Corte dei Conti sono relativi al 2012, ma in generale queste cifre sono attuali ancora oggi, nonostante la prevista estinzione delle Province. In regione, ad esempio, un lavoratore dipendente percepisce di media poco più di 35 mila euro, mentre un dipendente del comune percepisce poco più di 27 mila euro e un dipendente provinciale poco più di 28 mila.


Le riduzioni degli stipendi dei dipendenti e dirigenti della Rai

Se si parla di dirigenti degli enti locali e territoriali, invece, la situazione viene a cambiare di molto. Un dirigente nei Comuni percepisce circa 87 mila euro, un dirigente nelle Province ne percepisce 96500 e uno nelle Regioni arriva a percepire circa 92,700 euro.

Quello che però bisogna considerare è il rapporto che esiste nei diversi enti locali tra le figure professionali dei dirigenti e quelle dei normali lavoratori dipendenti. Nei Comuni, infatti, esiste in genere un dirigente ogni 60 persone, nelle Regioni, invece, la media si riduce molto e i dirigenti sono circa uno ogni 17 persone.

La Corte dei Conti a livello italiano ha rilevato che le uscite di cassa degli enti italiani nel periodo che va dal 2010 al 2012 sono diminuite di circa il 3 per cento, anche se restano ancora forti squilibri tra le diverse regioni italiane, per le quali sussistono tra le retribuzioni squilibri che ammontano circa al 5 per cento.






Tags:

Lascia una risposta