Google ha spiato gli utenti Apple

17 febbraio 2012 08:180 commenti

Il Wall Street Journal lancia una chiara accusa: Google ha spiato gli utenti Apple che navigavano sul web utilizzando il browser Safari.

Secondo l’autorevole giornale, il colosso statunitense e diverse altre imprese di pubblicità, avrebbero spiato le navigazioni degli utenti Apple e dunque anche dei numerosi possessori di iPhone utilizzando dei codici di programmazione speciali, all’insaputa degli utenti.

I codici, accuratamente nascosti all’interno delle istruzioni hanno consentito di monitorare la navigazione degli utenti e naturalmente di registrarne i dati a loro insaputa. Accusa priva di fondamento? Non sembra così perché dopo essere stato contattato dal Wall Street Journal, Google ha immediatamente cancellato i famigerati codici.


Google si difende dalla pesante accusa di violazione della privacy di milioni di utenti e attraverso un comunicato stampa precisa che i ‘cookies’ non raccolgono informazioni personali”.

Anche Apple rompe il silenzio e ha reso noto che il gruppo di Cupertino sta lavorando per mettere fine a questa (presunta) pratica scorretta di Google, il motore di ricerca più utilizzato dagli utenti su Safari, in pratica il browser utilizzato da tutti gli utenti Apple, è stata scoperta da un ricercatore dell’Università di Stanford, Jonathan Mayer: successivamente sarebbe poi stata confermata da un ingegnere consultato dal Wall Street Journal.
Solo pochi mesi fa negli Stati Uniti era scoppiato un altro scandalo quando era venuto alla luce che i dispositivi Apple (iPhone, iPad e iPod 3G) e Android raccoglievano informazioni precise su tutti gli spostamenti del proprietario, violandone di fatto la privacy e creando, all’insaputa dell’utente una “geo-data”, alias delle informazioni localizzate) conservate nei propri database.






Tags:

Lascia una risposta