Il costo dei mutui in Italia è il più alto d’Europa

18 agosto 2014 12:230 commentiDi:

mutuo

Il mercato del credito in Italia in questi ultimi mesi non ha affatto aiutato la situazione di famiglie e imprese italiane. Anche nel corso del 2014, infatti, queste ultimi hanno dovuto fare i conti con una congiuntura economica negativa che ha ridotto le prospettive di crescita economica e di conseguenza le possibilità di occupazione, ma anche il potere di acquisto dei salari. 

Diminuisce il costo del denaro e scendono i tassi dei mutui nel 2014

In più a complicare il quadro c’è anche una perdurante difficoltà nell’accesso agli strumenti di finanziamento e in particolare al mercato dei mutui. Comprare casa in Italia, infatti, secondo un recente studio realizzato da Confartigianato, non è un’operazione molto conveniente, anzi, a confronto con i livelli europei, il costo dei mutui accesi in Italia appare come uno dei più alti in Europa.


In cosa consiste la strategia del loan to value nel mercato dei mutui

Nel mese di maggio 2014, infatti, il costo rilevato per l’accensione di un mutuo in Italia è stato pari al 3,07 per cento, mentre nel resto dei paesi dell’Eurozona lo stesso costo arriva al massimo al 2,71 per cento. Questo significa che le spese per i finanziamenti ipotecari in Italia sono in media più alte di 36 punti percentuali rispetto le altre nazioni d’Europa.

Anche l’accensione di un mutuo, di conseguenza, non risulta un’operazione conveniente nel nostro paese, in cui, forse proprio a causa di queste ragioni, il settore dell’edilizia continua a vivere un momento di profonda crisi e anche quello del credito non dà cenni di ripresa.

E’ soprattutto al sud, rispetto al nord del paese, che i mutui sono più difficili da accendere. Le statistiche parlano non solo di un numero minore di finanziamenti stipulati nello stesso tempo, ma anche di erogazione di somme di importo inferiore.






Tags:

Lascia una risposta