Il fisco italiano vale almeno 7 miliardi

28 aprile 2013 09:100 commentiDi:

fisco-agevolazioniIn un periodo di crisi, di austerità e di credit crunch le risorse economiche sono tutto. E, allo stesso modo lo sono anche le manovre e i provvedimenti fiscali atti a recuperarle dalle tasche dei cittadini.

Così, un altro grande problema di rilevanza nazionale che occuperò presto i pensieri e l’agenda del nuovo governo sarà la necessità di trovare un accordo comune sulle modalità e sulle quantità di riscossione dei principali tributi italiani.

Nessuna speranza di cancellazione dell’IMU


La partita del fisco, infatti, in Italia, è una partita che vale almeno 7 miliardi, miliardi, tra l’altro, che almeno in misura parziale, sono già impegnati e destinati sulla base degli accordi per il pareggio di bilancio assunti con l’Unione Europea attraverso il Def, il Documento Economico e Finanziario.

> Riduzione delle tasse? No, nel 2013 la pressione fiscale sarà del 45%

Ad ogni modo le principali tasse da cui il fisco italiano aspetta oggi il gettito maggiore sono tre: l’IMU, l’Iva e la Tares. Per quanto riguarda l’ IMU, solo le tasse sulla prima casa produrranno un’entrata pari a circa 4 miliardi. Per quanto riguarda l’Iva, un aumento delle entrate scatterà a partire dal prossimo 1 di luglio quando si recupereranno 2 miliardi dall’ innalzamento dell’aliquota e, infine, attraverso la Tares ci saranno nuove entrate per 1 miliardo.






Tags:

Lascia una risposta