Il flop dei saldi

7 gennaio 2012 16:120 commenti

Con l’inizio dei saldi invernali i commercianti speravano di poter recuperare i deludenti incassi del periodo natalizio. Nulla di fatto invece: il primo giorno di saldi (in realtà gli sconti erano cominciati anche sotto il periodo natalizio) è stato alquanto deludente (nonostante gli sconti già al 50% in molte occasioni) e ha registrato non solo un calo generale delle vendite (pari al -15%), ma anche punte del 25% in meno nelle città più importanti.

In realtà si sta semplicemente verificando il flop già ampiamente previsto dal Codacons e come sottolinea Carlo Rienzi, presidente dell’associazione dei consumatori “non vi è stata alcuna corsa agli acquisti. Nelle vie dello shopping i cittadini girano ma non comprano, e chi lo fa si limita a spese di piccola entità. Solo gli outlet e le grandi firme registrano un accettabile volume di vendita”.

La situazione descritta da Rienzi corrisponde a realtà: molte le famiglie che passeggiano e pochi o nessuno che effettua acquisti. È accaduto così a Roma, dove  i pedoni erano molti, come sempre in ogni giorno festivo, ma dove gli acquisti effettuati sono stati davvero minimi.

Anche nella città di Napoli non sono mancati i pedoni che però non sembrano aver mostrato troppo interesse per gli acquisti.

L’unico dato positivo che si registra è l’incremento delle vendite negli outlet, alcuni dei quali presi d’assalto. I commercianti accusano il clima di panico diffuso dalle notizie legate all’economia che avrebbero scatenato una sorta di psicosi a non spendere da parte dei cittadini.

Al di là di ciò di prevede un calo delle vendite pari al 19% anche se la Federconsumatori stima che in media ogni famiglia spenderà circa 220 euro per gli acquisti.

Tags:

Lascia una risposta