Il mondo del calcio non avverte la crisi

25 gennaio 2013 13:090 commenti

Le difficoltà economiche in cui il pianeta si imbatte ormai da anni non riguardano il mondo del calcio. Nello specifico, i top club non sembrano risentire del periodo finanziario buio, che sembra non avere fine.

I primi 20 club al mondo, infatti, hanno raggiunto un fatturato complessivo di quasi 5 miliardi di euro.

Ciò si evince dalla sedicesima rassegna dello studio Football Money League 2013, reso noto da Deloitte. La notizia è che tra le prime venti squadre ben 5 sono quelle italiane che figurano in classifica.

Tenendo conto della prima rilevazione effettuata nel 1996-1997, ad oggi i ricavi sono quattro volte tanto.

Real primo

Le prime squadre in graduatoria sono le spagnole. In cima c’è il Real Madrid, il quale per la prima volta nella storia sfonda la soglia di 500 milioni (512 per la precisione).

Se messo insieme al Barcellona di fatto si arriva a guadagni per 1 miliardo. In proporzione i due club pesano per oltre un quinto delle prime venti in classifica. Occorre però fare caso al fatto che i diritti televisivi della Liga vantano una diversa assegnazione: su un totale di 655 milioni, Real e Barca hanno intascato 140 milioni ciascuna, dunque dieci volte di più rispetto alle altre squadre spagnole.

A loro volta le squadre in cima rappresentano circa il 20% dei ricavi totali dell’industria del calcio.

Italia

Il Milan è in ottava posizione con 256,9 milioni, dietro alManchester City.

Segue la Juventus, che in virtù dei ricavi dello stadio di proprietà si trova attualmente al decimo posto con 195,4 milioni. Per il club torinese si tratta di un balzo in avanti del 27%.

Successivamente, in dodicesima posizione, l’Inter a quota 185,9 milioni. Menzione d’onore per il Napoli che guadagna ben cinque posizioni in classifica, posizionandosi al quindicesimo posto con 148,4 milioni.

Fanalino di coda delle italiane (e della speciale lista) è la Roma, attualmente al diciannovesimo posto con 115,9 milioni di ricavi.

 

Tags:

Lascia una risposta