Il peso delle tasse sugli stipendi italiani

8 giugno 2013 11:450 commentiDi:

soldiQuello del costo del lavoro, ovvero di quanto incida la tassazione imposta dallo Stato sulla retribuzione di ogni lavoratore, è uno dei grandi nodi da sciogliere dell’ Italia odierna.  La situazione attuale, infatti, sembra scontentare sia il mondo degli imprenditori, che vorrebbero minori oneri contributivi da pagare sul personale assunto, sia i lavoratori stessi, che vorrebbero disporre di un maggiore potere d’ acquisto.

La distribuzione della ricchezza in Italia

Ma, mentre si resta in attesa che il Governo Letta affronti il problema nelle prossime riforme del lavoro in programma, quanto incidono le tasse sugli stipendi dei lavoratori italiani?


In Svizzera stipendio per tutti

Una recente ricerca condotta dalla fondazione belga New Direction ha analizzato la situazione europea e ha calcolato che l’ Italia è una delle nazioni d’ Europa in cui esiste il più ampio cuneo fiscale, ovvero il più ampio divario tra tra i soldi versati da una impresa per un lavoratore e la retribuzione da questo poi effettivamente percepita.

La tassazione sugli stipendi raggiunge, infatti, in Italia il 52,1%, quando invece la media europea si attesta circa 7 punti percentuali più in basso. Per fornire dei dati concreti,  ad esempio, nel Regno Unito, in Spagna e in Svezia le tasse statali pesano sulle retribuzioni solo tra il 36 e il 47%.






Tags:

Lascia una risposta