Home / economia / Imprese Italia più tartassate di Europa: carico fiscale sopra la media europea

Imprese Italia più tartassate di Europa: carico fiscale sopra la media europea

Il rapporto Paying taxes 2016 stilato da Pricewaterhouse Cooper e Banca Mondiale ha rilevato come le imprese italiane siano le più tartassate d’Europa in quanto a tasse e carico fiscale in generale. Per stilare la classifica annuale, nella quale l’Italia si piazza alla 137a posizione su 189 economie mondiale, i parametri presi in esame sono stati i seguenti: pressione fiscale, numero di adempimenti e tempistiche per il loro svolgimento e numero dei versamenti obbligatori. 

In base ai dati diffusi dal rapporto, il carico fiscale complessivo nel nostro Paese equivale al 64,8% dei profitti commerciali. Si tratta del tasso più alto europeo, visto che dietro l’Italia ci sono Francia e Belgio, con cifre registrate attorno al 60%. A livello mondiale, invece, la media è poco inferiore al 41%. Inoltre gli adempimenti fiscali che le aziende italiane devono effettuare sono circa 14 all’anno, praticamente più di 1 al mese. Anche in questo contesto siamo sopra la media europea, che invece si attesta agli 11,5 adempimenti.

Le tempistiche per effettuare questi adempimenti sono molto lunghe nel nostro Paese, visto che per lo svolgimento di tali obblighi fiscali, occorrono ben 269 ore all’anno in media, di gran lunga superiore alla media europea (173 ore) e leggermente superiore alla media mondiale (261). I versamenti obbligatori riguardano invece in maggior parte le imprese, con una tassazione pesante sugli utili dell’azienda e sul mercato del lavoro, e in minor parte i privati, con tasse slegate dal contesto lavorativo.

A livello mondiale, invece, la parola chiave per le imprese è la seguente: semplificazione. Ciò avviene soprattutto per le mede imprese. La semplificazione riguarda anche la tempistica nello svolgimento degli adempimenti fiscali, diminuita negli ultimi 10 anni, e ugualmente per ciò che concerne i versamenti obbligatori.