In Francia non passa la tassa sui ricchi

29 dicembre 2012 23:080 commentiDi:

 

La tassa sui ricchi voluta dal Presidente francese Francois Hollande non è passata. La misra ha fatto molto discutere nei giorni scorsi per i cosiddetti “esodi fiscali”, cioè il fatto che molti ricchi avevano deciso di lasciare il Paese. In particolare, fece molto discutere la critica di Gerad Deaprdieu che aveva affermato di essere costretto a lasciare la Francia per colpa del Presidente Hollande.

Secondo la Corte costituzionale nella norma c’è una violazione dell’uguaglianza, ma il governo e il Presidente Hollande hanno affermato che presenteranno una nuova proposta.

La tassa prevedeva una aliquota del 75% per i redditi superiori al milione di Euro. La legge era prevista all’interno della finanziaria 2013. La tassa avrebbe riguardato circa 1500 persone e la media che ognuno avrebbe dovuto corrispondere era di 140 mila Euro.

La Corte costituzionale ha comunque bocciato la norma in quanto calcolata su ciascuna persona fisica mentre il reddito è basato sulla famiglia. La norma è quindi in violazione dell’uguaglianza.
Il governo francese è comunque deciso ha proporre un nuovo progetto di legge per sostituire quella attuale La modifica dovrebbe essere proposta nella prossima finanziaria. Il premier Jean-Marc Ayrault ha affermato: “Il governo proporrà un nuovo sistema in conformità con i principi esposti dalla decisione della Corte costituzionale e sarà presentato nell’ambito della prossima finanziaria”.

Tags:

Lascia una risposta