Home / economia / Irlanda attende un prestito di decine di miliardi di euro

Irlanda attende un prestito di decine di miliardi di euro

Anche se l’Irlanda non ha presentato domanda formale, il salvataggio finanziario dell’isola sembra ben lanciato. Il Regno Unito ha accettato di pagare una parte del debito pubblico.

L’Irlanda è in procinto di accettare un prestito dall’Unione europea e dal Fondo Monetario Internazionale che potrebbe ammontare a decine di miliardi di euro, lo ha affermato il governatore della Banca centrale irlandese, Patrick Honohan.

Il piano di aiuto è ancora virtuale, ma l’Europa sta spingendo  per attivare il meccanismo. Un gruppo congiunto di esperti del Fondo Monetario Internazionale (FMI), della Commissione Europea e della Banca Centrale Europea (BCE),  è atteso per giovedì a Dublino, per discutere sulla riforma del sistema bancario.

Questo incontro sembra una prima tappa del piano di salvataggio, tanto atteso dai mercati, anche se prima dell’avvio occorre la richiesta ufficiale di Dublino. In questo delicato processo potrebbe esserne implicata la Gran Bretagna.

 “Le mie attese e quelle dell’UE e del FMI sono che un prestito verrà messo a disposizione. È questo ciò che mi aspetto e non lo trovo assolutamente inquietante”, ha dichiarato Patrick Honohan dalla radio di Stato irlandese RTE. “Queste riunioni sono molto serie, pertanto l’UE e il FMI,  non invierebbero un’equipe di esperti,  se pensassero che un prestito non fosse accettato. Sarà un grande prestito  molto importante, di decine di miliardi.”

La missione congiunta deve esaminare i progetti di bilancio dell’Irlanda e, soprattutto, lo stato in cui versa il settore bancario, in vista di un eventuale piano di sostegno.

 I britannici rischiano di essere chiamati alla riscossa. “L’Irlanda è il nostro Paese più vicino e il successo dell’economia irlandese è nell’interesse britannico”, ha affermato il Cancelliere dello Scacchiere George Osborne dichiarandosi “pronto” a partecipare ad un piano di aiuti. Le banche britanniche hanno una forte esposizione in Irlanda, di 150 miliardi di euro.

Intanto c’è ottimismo sull’Irlanda e le Borse europee salgono. A metà mattina i mercati  hanno incrementato i guadagni subito dopo l’annuncio di Patrick Honohan, che l’Irlanda potrebbe presto accettare un prestito.

Parigi sale dell’1,46%, Francoforte dell’1,38%, Londra dell’1,08 per cento. A Milano l’FTSE Mib guadagna lo 0,74% e il FTSE IT All Share lo 0,71 per cento.

Fiat vola con un +3,1% anche in considerazione della presentazione della nuova 500 negli Stati Uniti.