Italia, debito pubblico 2011 aumenta di 55 miliardi

15 febbraio 2012 11:030 commenti

Secondo quanto risulta dal Bollettino Statistico mensile della Banca d’Italia, il debito pubblico italiano è risultato pari a 1.897,946 miliardi di euro nel mese di dicembre 2011, in calo dai 1.904,8 miliardi di euro del mese di novembre. Tuttavia, rispetto a dicembre 2010 è avvenuto un aumento di ben 55,1 miliardi di euro, considerando che dodici mesi prima l’ammontare del debito pubblico della Repubblica italiana era fermo a 1.842,856 miliardi di euro.

In definitiva lo stock di debito pubblico è aumentato del 2,98% nel giro di un anno. Il massimo storico era stato raggiunto nel luglio scorso a 1.911 miliardi e ad inizio 2011 era pari a 1.843 miliardi di euro. Il rapporto debito/pil nel 2011 si è attestato tra il 119,5% e il 120%. Secondo il presidente della Commissione europea per gli affari economici e monetari, Olli Rehn, “l’altissimo debito pubblico italiano e il basso potenziale di crescita economica sono ancora dei rischi da analizzare”, nonostante la ritrovata credibilità internazionale dell’Italia dopo l’attuazione delle riforme di austerità varate a dicembre dall’esecutivo Monti.


Intanto, l’Istat ha comunicato che il prodotto interno lordo italiano (dato preliminare) ha mostrato una contrazione dello 0,7% nel quarto trimestre del 2011, mentre su base annua la flessione è stata pari allo 0,5%: è la prima volta dal 2009 che si registra una crescita negativa. Secondo l’Istat nel 2011 il prodotto interno lordo è cresciuto complessivamente dello 0,4% (dato corretto per gli effetti di calendario), in netto calo rispetto all’incremento dell’1,4% del 2010. La debolezza dell’Italia riflette quella dell’intera area euro. Infatti, secondo l’Eurostat il pil dell’eurozona è sceso dello 0,3% nel quarto trimestre del 2011.






Tags:

Lascia una risposta