Iva da oggi partono i rincari

17 settembre 2011 06:510 commenti

Da oggi scattano gli aumenti su benzina, sigarette, abbigliamento. Ma partono anche le misure di lotta contro l’evasione. 

Da questa mattina gli acquisti costeranno di più agli italiani, scatta infatti l’aumento dell’Iva di un punto percentuale, dal 20 passerà al 21%. 

In ogni caso gli aumenti non riguarderanno i beni di prima necessità come gli alimentari, la sanità, l’istruzione, la casa, dove l’Iva applicata è al 10% o al 4%, ma una categoria di prodotti (scarpe, profumi, auto, cellulari, tv, stoviglie, computer, strumenti musicali, caffè, bevande gasate, alcolici e molti altri) per i quali l’imposta di consumo passerà dal 20 al 21%. 


Più cari anche estetista, barbiere e parrucchiere; così come il conto di idraulici, elettricisti e ditte di ristrutturazione. 

Da oggi, però, scatteranno anche le nuove misure di lotta all’evasione, la normativa attuale consente all’amministrazione fiscale di controllare i movimenti bancari dei contribuenti senza necessariamente avviare un accertamento. 

Sempre da oggi entrano in vigore le novità sull’imposta provinciale di trascrizione e il bollo del 2%, con un minimo di 3 euro, per le somme inviate all’estero i cosiddetti “money transfer”.
 

Ultimo aggiornamento 17 settembre 2011 ore 08,50






Tags:

Lascia una risposta