La maggior parte delle pensioni in Itala non supera i 1000 Euro

20 novembre 2012 12:260 commentiDi:

“Povera patria” cantava qualche anno fa Franco Battiato e la canzone oggi è più attuale che mai. Si, povera nel senso di indigente. I giovani faticano a trovare un lavoro e la disoccupazione è tanta. Anche quando lavorano percepiscono salari molto bassi e non riescono a rendersi indipendenti dalla famiglia.

E gli anziani? Come stanno?

Bé a leggere i dati del bilancio sociale dell’Inps non si hanno dubbi: i pensionati stanno male. Il 77%, quindi poco più di 3 pensionati su quattro, ha una pensione che è sotto ai 1000 Euro. I benestanti, come al solito, sono pochi. Il 2,9% dei pensionati infatti percepisce una pensione che è sopra i 3000 Euro.

Il rischio di indigenza quindi c’è.

L’Inps ha anche mostrato come il reddito pensionistico medio lordo mensile erogato nel 2011, sia dall’Inps sia dagli enti previdenziali. È stato di 1.131 Euro.

Tra gli altri dati dell’Inps, si legge che le pensioni previdenziali nel 2011 sono state 14,8 milioni con un aumento dello 0,6% rispetto all’anno precedente, che la spesa è cresciuta fino a 169,9 miliardi e che è aumentato il numero delle pensioni di vecchiaia e di anzianità di 155.205 e quello ai superstiti di 39.792, mentre le prestazioni di invalidità previdenziale sono diminuite di 102.087.

Insomma “Povera patria” e poveri anziani, e “la primavera intanto tarda ad arrivare”.

Tags:

Lascia una risposta