La proposta di Confindustria per il governo

23 marzo 2013 09:480 commentiDi:

Quali dovrebbero essere, secondo l’unione degli industriali, i problemi più urgenti che il nuovo governo dovrebbe affrontare, una volta formato, per infondere nuova linfa all’economia italiana?

All’inizio di questa passata settimana si è espresso sulla questione il numero uno di Confindustria, che ha presentato una proposta con le misure più urgenti da prendere sotto il profilo economico, proposta che dovrebbe costituire il programma dei primi cento giorni del nuovo governo.

Confindustria accusa i partiti di non badare all’economia reale


Secondo il leader di Confindustria, Giorgio Squinzi, infatti, il Paese ha bisogno di una terapia d’urto che sia basata su due punti fondamentali: da una parte una delle priorità è quella di ridare credito alle imprese, sbloccando prima di tutto i pagamenti congelati dell pubblica amministrazione.

Squinzi pensa che sotto questo punto di vista si potrebbero ridare alle imprese almeno 48 dei 71 milioni che costituiscono il debito dello stato italiano nei confronti dei propri fornitori.

> Come far crescere il PIL

Il secondo punto programmatico è costituito invece dalla necessità di un governo che sia stabile e assicuri al paese una maggioranza forte in grado di prendere delle decisioni importanti che servano a “governare” e a riportare l’economia reale al centro della scena.






Tags:

Lascia una risposta