La ricetta di Confesercenti per la ripresa

12 maggio 2013 14:220 commentiDi:

foto-FINANZA ECONOMIA GRAFICO 11All’ indomani dell’ approvazione del Def, il Documento di economia e finanza a cui Camere e Senato hanno dato il via libera nel corso di questa settimana, anche Confesercenti torna a sottolineare la necessità di far ripartire l’ economia del Paese, attraverso l’ attuazione di una serie di mirati interventi politici ed economici che possano allontanare i risvolti più neri della crisi.

10mila negozi in meno in Italia


L’ Italia, si sa, da molti mesi a questa parte è entrata dal punto di vista economico in una spirale recessiva che ha bloccato il mondo dell’ imprenditoria e dei consumi, che finiscono sempre per influenzarsi a vicenda. E’ indubbio, infatti, che l’ economia italiana, anche a livello internazionale, stia scontando le conseguenze di un forte mancanza di produttività e competitività, aggravate dall’ elevato peso della pressione fiscale, dal calo del potere d’ acquisto delle famiglie e dalla mancanza di risorse strutturali e infrastrutturali.

> Problemi di liquidità per le imprese italiane

Per promuovere il rilancio dell’ economia del Paese attraverso misure che vadano a rianimare il mercato interno, Confesercenti ha dunque stilato una lista di quattro proposte:

  1. abolizione dell‘aumento dell’IVA previsto per luglio prossimo;
  2. abbassamento dell‘ aliquota IVA di nuovo al 20%;
  3. riduzione della pressione fiscale su famiglie e imprese;
  4. riduzione del costo del lavoro.





Tags:

Lascia una risposta