La riforma delle pensioni entrerà in vigore a Gennaio

3 dicembre 2012 14:500 commentiDi:

 

Tra un mese la riforma delle pensioni entrerà in vigore. La riforma, chiesta dalla Ue nel 2011, sarà operativa con l’inizio del 2013 anche se quest’anno già qualcosa si è visto.

Il risparmio per lo Stato si aggirerà sui 22 miliardi di Euro per i prossimi 7 anni. Una bella quota in questa fase in cui l’Italia vive ancora una situazione di crisi.

Alla base della riforma, che porta quindi molti soldi allo Stato, ci sono l’allungamento dell’età pensionabile e il passaggio al sistema contributivo, mentre prima c’era quello retributivo. Dal 2013, quindi, i lavoratori andranno in pensione con le nuove regole, a parte gli autonomi che hanno aspettato 18 mesi per la finestra mobile.


Dal 2013 si andrà in pensione a 66 anni e 3 mesi per gli uomini e a 63 anni e 3 mesi per le donne, che diventano 63 anni e 9 mesi nel caso di lavoratrici donne. Per la pensione anticipata ci vogliono 42 anni e 5 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 5 mesi per le donne.

Bene quindi per i conti dello Stato, ma per gli italiani la situazione sociale è un po’ più difficile.

Per le donne l’età pensionabile crescerà fino al 2018 per arrivare a essere uguale a quella degli uomini. Per il futuro è previsto anche l’adeguamento della pensione alle statistiche della vita media.

 






Tags:

Lascia una risposta