La Svizzera dirà addio al segreto bancario

25 maggio 2013 09:520 commentiDi:

Svizzera-bandiera-sui-montiLa Svizzera potrebbe perdere presto la sua palma di paradiso fiscale della Vecchia Europa e dell’ intera finanza internazionale. A quanto pare, infatti, le banche svizzere starebbero valutando la possibilità di rinunciare a quel segreto bancario che le ha da sempre contraddistinte, a ragione, si vocifera, degli alti costi imposti dagli accordi bilaterali che la Confederazione Elvetica è tenuta ad intrattenere  e mantenere per tale motivo con  le altre nazioni straniere.

Tagli alle retribuzioni dei manager in Svizzera


Il quotidiano svizzero Les Temps ha dunque anticipato che gli istituti di credito elvetici sarebbero proprio intenzionati ad una svolta epocale: quella dell’ apertura dei propri conti correnti alle indagini delle autorità fiscali e tributarie dei  Paesi stranieri, che sarebbero così autorizzate ad effettuare dei controlli sui capitali e sui patrimoni che, per lo più illegalmente, trovano dimora al di qua delle frontiere svizzere.

In Svizzera stipendio per tutti

Anche l’ Italia sarebbe quindi particolarmente interessata da questa eventuale apertura: in Svizzera, infatti, stando alle più attendibili stime, hanno trovato posto almeno 120 miliardi di euro provenienti dal nostro Paese, che potrebbero così venire equamente tassati, con grande soddisfazione per il fisco e l’ erario.

Oltre alla Svizzera, infine, anche Austria e Lussemburgo discutono in questi giorni sulla stessa questione, per una lotta comune all’ evasione e al riciclaggio.






Tags:

Lascia una risposta