La Tasi 2014 si pagherà ad ottobre nei comuni ancora senza aliquote

23 maggio 2014 15:050 commentiDi:

153134460

Tra poco più di 20 giorni la maggior parte dei cittadini italiani possessori di una prima casa che non sia considerata di lusso sulla base della sua categoria catastale, saranno chiamati al pagamento della Tasi, la nuova tassa sugli immobili di pertinenza comunale. La Tasi, infatti, nel corso del 2014 ha sostituito l’IMU, l’Imposta Municipale Unica, o meglio una sua e si pagherà per coprire le spese indivisibili sostenute dai comuni. 

In che cosa consiste la Tasi – Quello che c’è da sapere

I proprietari delle seconde case, invece, saranno chiamati al pagamento sia dell’IMU che della Tasi.

In che cosa consiste la Tasi – Quello che c’è da sapere – II


Ma solo da pochi giorni si sono avute delle novità in merito alle date dei pagamenti. Non tutti i Comuni italiani, infatti, sono stati pronti a presentare entro il 23 maggio 2014 le delibere necessarie al conferimento della aliquote per il pagamento dell’imposta, che sarebbero dovute pervenire al Ministero dell’Economia e delle Finanze. Per questi comuni, quindi, a livello nazionali è stato deciso uno slittamento della data di pagamento dal 16 giugno 2014, data prevista, all’autunno 2014.

Proprio pochi giorni fa, inoltre, il presidente dell’Anci, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, Piero Fassino, ha annunciato che nei comuni senza aliquote la Tasi si pagherà il 16 ottobre, con le delibere che gli stessi avranno presentato entro il 31 luglio 2014.

Non si pensa più quindi alla scadenza del mese di settembre ma il pagamento è stato procrastinato di un altro mese, alla luce della vicinanza delle vacanze estive e alla luce del fatto che molti comuni affronteranno nel frattempo elezioni amministrative.

Stando così le cose, tuttavia, lo Stato dovrà anticipare ai comuni dei soldi per coprire le spese necessarie che non potranno essere coperte con i proventi della Tasi.






Tags:

Lascia una risposta