L’aumento della tassazione sulle rendite finanziare sui conti correnti

22 maggio 2014 16:290 commentiDi:

conto-corrente

A partire dal prossimo primo luglio, così come previsto da un recente decreto legge emanato dal governo Renzi, la tassazione sulle rendite finanziarie sarà aumentata, e ci sarà un passaggio dell’attuale aliquota del 20 per cento al futuro 26 per cento.

Questo aumento di sei punti percentuali servirà a fornire le risorse necessarie per effettuare il taglio del cuneo fiscale, ovvero per recuperare i soldi necessari per il taglio dell’Irpef e dell’Irap che gli italiani aspettano in busta paga. Tale aumento della tassazione finanziaria coinvolgerà la maggior parte dei prodotti finanziari, compresi conti correnti e conti deposito, a differenza di quanto annunciato in precedenza dal vertice. Resteranno infatti esclusi dalla nuova forma di tassazione solo i titoli di stato e i buoni fruttiferi postali, che a questi ultimi sono in genere assimilati.

L’aumento dell’imposta sulle rendite finanziarie nei conti deposito


Gli esperti della Cgia di Mestre hanno quindi calcolato quali saranno le conseguenze fiscali per tutti coloro che hanno al momento attivo un conto corrente, in materia di maggiori oneri che i correntisti si troveranno a pagare a partire dal 1 di luglio. A secondo della giacenza che i clienti avranno sul conto, quindi, le imposte dovute nei dodici mesi andranno a cambiare secondo la seguente proporzione.

L’aliquota dell’imposta sui conti correnti passa al 26 per cento

Coloro che hanno depositato sul proprio annuo corrente una giacenza di circa 12  mila euro andranno a pagare una maggiorazione di imposta pari a circa un euro in più all’anno di tasse.

Coloro che hanno sul proprio conto corrente una giacenza media 50 mila euro andranno a pagare per le tasse una cifra in più pari a 26 euro per un deposito di 12 mesi.

Coloro che invece hanno sul proprio conto corrente una giacenza media di 100 mila euro andranno a pagare in più una cifra pari a circa 250 euro euro all’anno.






Tags:

Lascia una risposta