Le città che guideranno l’economia del futuro – Come sarà il mondo nel 2030

3 agosto 2014 13:160 commentiDi:

foto-ECONOMIA MONDO EUROPA

Tra circa 15 anni, cioè nel 2030, il volto del mondo sarà profondamente mutato. Lo sostengono gli economisti che si interessano in particolare di crescita e analisi dei paesi in via di sviluppo, che saranno al centro di una rivoluzione impressionante nei prossimi anni. Secondo le previsioni, infatti, almeno la metà delle 50 città più importanti del mondo a livello economico, quelle che guideranno l’economia globale, si troveranno nel 2030 in paesi oggi considerati a rapido sviluppo. 

Le città più care del mondo per i lavoratori all’estero

Nei prossimi 15 anni anche l’urbanizzazione come fenomeno sociale, vivrà un forte incremento e in un paese come la Cina circa il 60 per cento della popolazione sarà urbanizzata, mentre in paesi quali l’Indonesia, la Nigeria o il Ghana vivrà in città addirittura il 75 per cento della popolazione totale.


Le 10 città più care al mondo in cui vivere nel 2014

Al centro di questa grande rivoluzione che sta interessando i paesi in rapido sviluppo ci sono ad esempio nazioni come il Brasile, come l’Argentina o il Vietnam. In particolare tali stati continueranno a segnare una buona capacità di reazione alle turbolenze finanziarie, una crescita superiore al 4 per cento annuo e le seguenti caratteristiche in merito allo sviluppo dell’economia nazionale:

  • grande peso economico a livello globale
  • grande dinamismo nelle opportunità di business
  • grandi possibilità di sviluppo per le imprese che vogliono delocalizzare.

Fuori della Cina, infatti, città come Jakarta, Istanbul e San Paolo saranno nel numero delle città più importanti del mondo a livello economico. In America Latina, invece, si stima che tra il 2013 e il 2030 il Prodotto Interno Lordo di Città del Messico crescerà di oltre il 60 per cento e una città come Cuturiba, la sesta città del Brasile, sarà uno dei centri dal maggior sviluppo nel prossimo decennio.






Tags:

Lascia una risposta