Home / economia / Le città più care del mondo per i lavoratori all’estero

Le città più care del mondo per i lavoratori all’estero

102767316

Li chiamano expat ed è un fenomeno in continua ascesa. Sono i lavoratori occidentali inviati dalle proprie aziende in trasferta a lavorare negli altri paesi del mondo, soprattutto in quelli in via di sviluppo. Ma una volta arrivati sul posto si fa necessariamente anche il conto delle proprie finanze e ci si domanda quale sia il reale costo della vita in queste zone. 

> Le 10 città più care al mondo in cui vivere nel 2014

Una grande società di indagini, però, questa volta ha fatto il conto per loro e ha cercato di individuare quali sono nel mondo le città in cui i costi della vita sono più alti, almeno se si vuole mantenere un normale standard di vita di tipo occidentale.

> Quali sono le funzioni delle città metropolitane

Una delle più grandi sorprese si questa ricerca è stata però quella di verificare che i più alti costi della quotidianità non sono posizionati sulla mappa dove ci si sarebbe aspettato di trovarli. Non sono infatti le grandi metropoli orientali a imporre i più alti costi a coloro che vengono inviati all’estero, ma le città dell’Africa.

Al vertice dalla lista delle città più care del mondo per i lavoratori all’estero ci sono infatti le principali città dell’Angola e del Ciad, con le capitali Luanda e N’Djamena.  L’elenco però continua con due città orientali, le città stato cinesi e malesi a metà strada tra la dipendenza e la completa autonomia, Hong Kong e Singapore.

L’indagine in questione ha analizzato i profili di oltre 211 città nel mondo, prendendo come parametro di riferimento la città di New York e utilizzando come unità di misura i dollari al fine di pagare beni e servizi di cui si ha necessità. Il tenore di vita immaginato, infatti, deve essere allo stesso livello rispetto a quello del paese di provenienza.

La lista prosegue poi con la città di Zurigo, quella di Ginevra, e Tokyo.

Loading...