Le prime semplificazioni in arrivo con la delega fiscale 2014 – II

15 giugno 2014 15:530 commentiDi:

soldi

In un post pubblicato prima di questo abbiamo visto quali saranno le misure che diventeranno operative a partire dalla prossima settimana con la pubblicazione del decreto legge che attua la delega fiscale. Ci sarà quindi una prima ondata di semplificazioni, le più importanti delle quali vedranno l’arrivo del 730 precompilato a casa a partire dal 2015 per un numero molto alto di contribuenti – circa 18 milioni di persone tra lavoratori dipendenti e pensionati. 

> Le prime  semplificazioni in arrivo con la delega fiscale 2014

Ma le misure in attesa nel decreto non saranno solo queste, bensì ci saranno novità anche per le imprese e le modalità dei rimborsi. Ecco quali sono i provvedimenti di cui si parla meno.

Il programma di semplificazioni contenuto all’interno della Delega Fiscale

Le prime semplificazioni in arrivo con la delega fiscale 2014 – II

Verranno in primo luogo soppresse delle norme sugli appalti. Fino ad oggi l’appaltatore è responsabile per l’operato del subappaltatore in relazione alle

  • trattenute sui salari dei dipendenti
  • dei contributi previdenziali
  • dei contributi assicurativi obbligatori in caso di infortuni sul lavoro.

In futuro l’appaltatore non sarà più responsabile in solido.

Le imprese non avranno più bisogno, inoltre, del visto sulla conformità rimborsiva IVA rilasciato dai CAF come accadeva in passato, ma anche per i rimborsi superiori a 10 mila euro non ci sarà più bisogno del controllo formale dei centri di assistenza fiscale, ma si avranno in automatico.

Ci saranno novità anche per le successioni. Non si dovrà più presentare la dichiarazione di successione per le successioni superiori a 75 mila euro, ma basterà redigere un semplice atto di notorietà, nel caso si tratti di lascito in linea retta, ovvero diretto al coniuge e ai parenti in linea retta.

 

Tags:

Lascia una risposta