Le riduzioni degli stipendi dei dipendenti e dirigenti della Rai

16 maggio 2014 16:540 commentiDi:

monoscopio rai

Il tetto massimo degli stipendi dei dipendenti pubblici previsto dal Governo in uno dei precedenti decreti sulla spending review – il decreto legge 66 sui costi del servizio pubblico – tocca anche gli ambienti della RAI e si procede anche nella tv pubblica con la riduzione dei compensi. Il consiglio di amministrazione della RAI ha infatti approvato nell’ultima seduta la riduzione al tetto dei 240 mila euro l’anno degli stipendi dei dipendenti, compresi quelli di alcuni dirigenti, che, pur non espressamente citati nel provvedimento, in attesa di ulteriori precisazioni hanno aderito comunque alla riduzione. 

Il tetto varrà quindi anche per il presidente della RAI Anna Maria Tarantola e il direttore operativo Luigi Gubitosi, che in precedenza percepivano rispettivamente 366 mila euro e 650 mila euro, cifre che non hanno mancato di suscitare perplessità e dissensi nel corso dei mesi.

Le misure della spending review per il 2014


Per quanto riguarda gli altri dipendenti e funzionari RAI, la situazione si presenta come segue alla luce delle recenti modifiche, con un notevole abbassamento della spesa per una fetta di persone. Se i consiglieri RAI avevano già in passato visto i loro stipendi ridursi da 98 mila euro a 66 mila euro l’anno, all’interno della categoria dei dirigenti fino ad oggi vengono ancora erogati stipendi molto elevati. 

La Rai compie 60 anni, passato, presente e futuro della tv di Stato

Tra i dirigenti, infatti, 3 guadagnano sopra i 500 mila euro, 1 sopra i 400 mila, 4 sopra i 300 mila, 34 sopra i 200 mila, 190 sopra i 100 mila e 68 sotto i 100 mila euro l’anno.

Per quanto riguarda invece la categoria dei giornalisti dirigenti, 1 riceve una busta paga sopra i 500 mila euro, 3 sopra i 400 mila, 3 sopra i 300 mila, 24 sopra i 200 mila, 273 sopra i 100 mila e 18 al di sotto si 100 mila. In seguito a questa recente revisione delle retribuzioni da parte del consiglio di amministrazione per tutti i compensi saranno pubblicati i nuovi dati all’interno del contratto di servizio.






Tags:

Lascia una risposta