Le sanzioni per il ritardo nel pagamento dell’Imu

17 dicembre 2012 14:470 commentiDi:

 

 

 

 

Oggi è l’ultimo giorno per pagare in tempo il saldo dell’Imu 2012. Un saldo alto in molti comuni italiani che, in alcuni casi, è anche il doppio della vecchia Ici. Molti italiani hanno dovuto utilizzare la tredicesima per pagare l’Imu invece che per comprare i regali. Chi non riesce però a stare nei tempi dovrà pagare una sanzione. Chi non paga quindi l’Imu entro oggi dovrà pagare una sanzione che cambia in base al ritardo.

Termine presentazione dichiarazione Imu 2012


Il ritardo di pochi giorni prevede una sanzione che è il cosiddetto ravvedimento operoso. Questa sanzione equivale allo 0,2% al giorno della parte da pagare all’interno delle prime due settimane. Passate le due settimane e fino a 30 giorni di ritardo la sanzione sarà del 3%. Passato un mese e fino a un anno la sanzione è invece del 3,75%. Superato un anno la sanzione diventa alta e arriva al 30% dell’Imu che si doveva pagare.

Scadenza terza rata Imu non sarà prorogata

Oltre alla sanzione bisognerà pagare anche gli interessi legali per il ritardo che sono del 2,5%.

L’ultima rata dell’Imu si può pagare utilizzando gli F24 sia cartacei sia telematici. Si possono utilizzare anche i bollettini fiscali o l’addebbito sul proprio conto online se si è clienti BancoPostaOnline e BancoPosta Click.

Insomma è l’ultima “mazzata” dell’anno.






Tags:

Lascia una risposta