Le scadenze 2014 dell’IMU e della Tasi

24 maggio 2014 19:050 commentiDi:

153134460

Prime case, seconde case, immobili commerciali, immobili di lusso. Imposta Municipale Unica, Tasi e tassa sui rifiuti. Aliquote pervenute, delibere non pervenute. Anche quest’anno nel mondo delle imposte fiscali sugli immobili sembra regnare una certa caoticità, che non facilita la vita ai contribuenti che si trovano alle prese con le scadenze dei diversi tipi di pagamento. 

La Tasi 2014 si pagherà ad ottobre nei comuni ancora senza aliquote

Sì perché a tutte le tipologie sopra elencate corrisponde ad oggi un trattamento diverso nei pagamenti e nelle scadenze. E tenere tutto a mente non è di sicuro semplice. Ecco quindi un breve promemoria per le principali scadenze di IMU e Tasi che attendono i contribuenti italiani.

Codici tributo Modello F24 per il pagamento dell’IMU e della Tasi


Le scadenze 2014 dell’IMU e della Tasi

  • Le prime case pagheranno la prima rata della Tasi il 16 giugno 2014 se i comuni hanno emanato le aliquote necessarie attraverso le delibere
  • Se invece i Comuni non pubblicheranno le delibere e le aliquote necessarie per i pagamenti entro il 31 maggio 2014 allora il pagamento verrà rinviato entro il termine del 16 dicembre, data di scadenza e di saldo per tutte le abitazioni principali. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha messo a disposizione un link per la verifica.
  • Le seconde case, le pertinenze e gli immobili commerciali pagheranno il 16 giugno 2014 la prima rata dell’IMU e la Tasi se i Comuni hanno già presentato le delibere.
  • Senza le delibere, invece, queste stesse unità pagheranno l’IMU il 16 giugno e la prima rata della Tasi entro il 16 ottobre 2014 come annunciato pochi giorni fa. Il saldo dell’IMU e della Tasi andrà poi comunque fatto per queste entro il 16 dicembre 2014. 
  • Ne risulta che l’IMU sarà sempre dovuta anche in assenza di delibere, sulla base di quelle usate nel 2013. Per IMU e Tasi, inoltre, le aliquote complessive non potranno superare il 10,5 per mille.





Tags:

Lascia una risposta