L’Imu non è piacevole ma è inevitabile per il ministro Grilli

14 dicembre 2012 14:330 commentiDi:

 

 

L’esperienza del governo Monti è ormai arrivata alla conclusione dopo che il Pdl ha fatto venire meno il suo appoggio. Monti si è dimesso e si aspetta di capire cosa succederà in futuro, se il prossimo governo continuerà la linea politica del precedente basata sui sacrifici per risanare i conti pubblici.

Tra le imposte introdotte dal governo Monti c’è l’Imu che sta scatenando ancora molte proteste. L’Imu è una sorta di patrimoniale, considerando che in Italia circa l’80% delle famiglie è proprietaria di una casa.

>Termine presentazione dichiarazione Imu 2012

L’Imu è una tassa non piacevole ma inevitabile. È questo quanto ha affermato il ministro dell’Economia Vittorio Grilli al Council on Foreign Relations di New York. Nel suo intervento, Grilli ha detto: “Le riforme non sono finite, bisogna fare di più e spetterà al nuovo esecutivo andare avanti su questa strada, a cominciare da liberalizzazioni e spending review”.

Per Grilli il governo Monti ha preparato il terreno alla ripresa economica che, secondo il ministro, partirà dalla seconda metà del prossimo anno. In ministro Grilli ha affermato: “Attraversiamo una difficile fase di trasformazione, siamo ancora in un momento di rischio ma i numeri inizieranno a migliorare dalla seconda metà del 2013”.

 

 

Tags:

Lascia una risposta