L’Unione Europea interviene a sostegno del settore ortofrutticolo

17 agosto 2014 12:020 commentiDi:

frutta

Mentre la crescita dell’economia tedesca ha una insolita battuta d’arresto e la Francia dichiara apertamente che nel corso del 2014 non riuscirà a centrare gli obiettivi di bilancio, e mentre la crescita della stessa Eurozona langue in un ripetersi di valori stabili e stazionari, c’è un settore economico che sta soffrendo più degli altri. 

Frutta e verdura – Perché è importante mangiarla in estate

Si tratta di quello della frutta, il settore ortofrutticolo, che nel corso del 2014 si è trovato a fronteggiare più eventi e circostanze negative che lo hanno messo praticamente in ginocchio. Il settore agricolo, infatti, in seguito al calo dei consumi, è in generale uno dei più colpiti dalla recessione economica e per questo motivo già sofferente da diversi mesi. A questo si deve aggiungere che l’attuale andamento dei prezzi in Europa non ha aiutato affatto i produttori agricoli, che hanno subito anche i rovesci dell’inflazione, la quale è rimasta molto al di sotto dei livelli sperati.


Anche la Germania entra in crisi dopo due anni di crescita del PIL

I prezzi non sono aumentati dunque, ma non si tratta in fin dei conti dell’unico male che si è abbattuto negli ultimi mesi sulla produzione dei paesi mediterranei, Italia compresa. Di recente è arrivato anche l’embargo russo alle importazioni provenienti dai paesi UE che è stato decretato per la durata di un anno al quale deve essere sommata un’ondata di recente maltempo.

Inverni troppo caldi ed estati troppo fredde sono state deleterie per la buona riuscita dei raccolti. Così alla conta dei danni le produzioni che sono risultate maggiormente in crisi sono state quelle delle pesche e delle pesche noci. Per questi agricoltori la Commissione Europea ha decretato un piano di intervento speciale, destinato in particolare a Spagna, Italia, Francia e Grecia.






Tags:

Lascia una risposta