Manovra approvata voto finale della Camera

14 settembre 2011 18:410 commentiDi:

Voto di fiducia dalla Camera per la manovra bis varata dal Governo, un piano di austerità di 54,2 miliardi di euro, che permetterà all’Italia di raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2013.

Alle ore 20,10 quindi è arrivato il via libera definitivo dall’Aula di Montecitorio al decreto di correzione dei conti con 314 voti favorevoli e 300 contrari, in un momento in cui il paese è sotto un’intensa pressione dai mercati.


Tuttavia non sono mancate le proteste. Da adnkronos: quando stava intervenendo il capogruppo del Carroccio, Marco Reguzzoni, è partita una contestazione dalla tribuna di Montecitorio riservata al pubblico. Uno striscione srotolato da un gruppetto di ex deputati recitava ‘Basta Lega, basta Roma, basta tasse’. Tra i contestatori anche un ex deputato del Carroccio, Francesco Formenti, parlamentare leghista nella undicesima legislatura. Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha invocato l’intervento degli assistenti parlamentari che hanno tolto letteralmente dalle mani dei contestatori lo striscione e li hanno fatti allontanare.

Momenti di tensione di fronte a Montecitorio, dove polizia e carabinieri sono stati costretti a disperdere un gruppo di manifestanti dei Cobas e della sinistra radicale, che protestavano contro la manovra in discussione a Montecitorio. I manifestanti si erano radunati intorno alle 16 su piazza Montecitorio e per due ore circa si erano limitati a spiegare le ragioni della loro protesta con interventi a ‘rotazione’. Intorno alle 18.45 la protesta, fino allora rumorosa ma pacifica, è degenerata: sono stati fatti esplodere dei fuochi d’artificio e, in rapida successione, alcune ‘bombe carta’ come quelli che vengono usati nelle curve dagli ultras.

Ultimo aggiornamento 14 settembre 2011, ore 20,40






Tags:

Lascia una risposta